SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

BASKET IN CARROZZINA – Hurrà Briantea84, terzo scudetto consecutivo

2 min read

La UnipolSai Briantea84 Cantù si è cucita sul petto lo scudetto della Serie A di basket in carrozzina per il 3° anno consecutivo (il 7° in totale): alla società lariana mai era successa una cosa simile.

È stata una finale playoff scudetto tiratissima contro l’Amicacci Giulianova, sconfitta solo dopo i tempi supplementari per 76-71.

  “Che emozione questa squadra – ha dichiarato il presidente Alfredo Marson -, con questi ragazzi abbiamo imparato a stare sulle montagne russe, vivendo i momenti elettrizzanti e altri molto duri. Sono i segni di una crescita, con tutte le difficoltà che questo comporta. Per diventare campioni bisogna attraversare tutto questo maremoto, senza sconti. La mia squadra ha dimostrato che voleva combattere sempre, sono orgoglioso di ciascuno di loro. Ora ci manca solo una grande festa con tutti i nostri tifosi, che purtroppo hanno potuto seguirci in televisione. Sono certo che ci fossero migliaia di persone incollate su Rai Sport, mi basta guardare il telefonino per capire che questo scudetto è stato visto, sudato e goduto da un sacco di persone. A tutti loro dico: tenetevi pronti perché ora porteremo il nostro tricolore a casa per farvelo sollevare”.

Ovviamente raggiante coach Marco Bergna: “Questo è forse il tricolore più bello vinto sul campo. Sono state due partite molto dure, con questa seconda sicuramente più tosta perché giocare in casa di Giulianova non è mai facile. Sul +10 alla fine abbiamo creduto di aver messo al sicuro il risultato ma i nostri avversari sono stati bravi a crederci fino alla fine e trascinarci ai supplementari. La nostra bravura è venuta fuori a questo punto: non ci siamo arresi, anzi abbiamo ripreso a lavorare con pazienza e con grinta, senza perdere la testa. È il leit motiv di tutta questa stagione: abbiamo avuto alti e bassi, momenti difficili contro Santo Stefano prima, poi con il Santa Lucia e infine contro una Giulianova davvero tosta. In questa partita è stato decisivo il break di 6-0 in avvio di overtime, come se la squadra fosse rinata e stesse iniziando in quel momento la sua finale. Anima e tanto cuore, un grande plauso a tutti loro lo straordinario lavoro svolto in questa lunga e difficile stagione”.

I TABELLINI

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.