BASKET IN CARROZZINA – Parte dal ritiro di Livigno la nuova stagione della Briantea84

Anche quest’anno Livigno ha offerto la rampa di lancio alla UnipolSai che si prepara ad iniziare la nuova stagione sportiva. Un raduno tecnico di 5 giorni, ospiti dell’Hotel Lanz grazie al supporto dell’Agenzia per il Turismo: un palasport a disposizione per due sedute di allenamento al giorno e la possibilità di perfezionare la condizione atletica in alta quota, con tutti i benefici che ne derivano. Per finire, l’incontro con le scuole cittadine: una mattinata in cui i racconti paralimpici si sono intrecciati con le esperienze personali dei giocatori biancoblu, unendo la straordinaria possibilità di vedere da vivo e toccare le vere medaglie dei Giochi di Rio, con l’oro statunitense Brian Bell e l’argento di Jordi Ruiz.

“Tenevamo molto a organizzare questo momento d’incontro a scuola con gli atleti di Briantea84 – ha affermato Remo Galli, vicesindaco di Livigno -. Per noi è un grande onore, una bellissima opportunità per scoprire quanto impegno e dedizione serva per raggiungere grandi risultati sportivi. È un grande insegnamento che ognuno di noi porterà a casa. Per il secondo anno abbiamo il piacere di ospitare la prima squadra di Cantù, dopo il successo del Candido Junior Camp per i più piccoli in estate, e siamo felici di aver portato fortuna, visto che dopo essere stata qui è diventata Campione d’Italia. Speriamo sia lo stesso in questa stagione. Nel frattempo speriamo che la preparazione in alta quota serva comunque ad affrontare al meglio gli impegni sportivi futuri”.

“Per Livigno è sempre un piacere ospitare atleti che possono beneficiare della nostra quota per affinare gli allenamenti – ha commentato Luca Moretti, presidente di ATP Livigno -. Quest’anno Briantea84 è tornata con ben tre medaglie paralimpiche tra le sue fila, tra cui l’oro di Brian Bell, e noi ci auguriamo che la squadra possa ottenere ancora più risultati nella stagione che sta per iniziare. Livigno ha messo a disposizione di Briantea84 le sue strutture, tra cui il centro sportivo Aquagranda Active You, che è diventato un punto di riferimento per la preparazione fisica in altura, e ha dato l’opportunità ai ragazzi delle scuole di incontrare i giocatori per uno scambio di esperienze sui valori dello sport”.

“Tornare a Livigno è stato un piacere – ha spiegato il coach della UnipolSai, Marco Bergna -, non solo perché un anno fa è iniziata proprio qui la nostra straordinaria avventura culminata nello scudetto. In questa valle troviamo tutto quello che serve a un atleta per prepararsi al meglio: strutture sportive moderne, un’ospitalità che ha pochi eguali, un paese ricco di opportunità di svago. I tempi per godere delle bellezze di Livigno sono sicuramente pochi, perché sono molte le ore trascorse in palestra, ma la squadra qui ha avuto modo di compattarsi e di creare il giusto feeling per affrontare la stagione ormai imminente. Quindi, grazie Livigno e speriamo di rivederci tra un anno con lo stesso entusiasmo”.

(Ufficio Stampa)