SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

BREK SHEA – FURIA A STELLE E STRISCE

3 min read

PROSEGUIAMO IL NOSTRO TOUR TRA I TALENTI E FACCIAMO TAPPA OLTREOCEANO. SE FINO A QUALCHE ANNO FA PER “AMERICAN SPORTS” S’INTENDEVA ESCLUSIVAMENTE BASKET, BASEBALL E FOOTBALL… ORMAI DA DIVERSE STAGIONI L’ATTENZIONE E’ RISERVATA ANCHE AL SOCCER. IN MLS, OLTRE A SPETTACOLARI INFRASTRUTTURE VI SONO ANCHE MOLTI ATLETI CHE SI STANNO METTENDO IN MOSTRA. UNO DI QUESTI E’ SICURAMENTE DANE BREKKEN SHEA, MEGLIO CONOSCIUTO COME BREK SHEA, CENTROCAMPISTA A STELLE E STRISCE CLASSE 1990 DA POCO EMIGRATO IN PREMIER LEAGUE.

102 presenze e 19 gol dal 2008 al 2012 in MLS (massima serie USA), con la maglia dell’FC Dallas
12 presenze e 4 gol con la nazionale USA Under 20
23 presenze e 2 gol con la nazionale maggiore dal 2010

Questo lo score di Shea, giovane centrocampista nato in Texas il 28 febbraio del 1990. Calcisticamente cresce nell’IMG Academy Bradenton, l’accademia calcistica della Florida dove  gli aspiranti calciatori alternano lezioni scolastiche la mattina ad allenamenti di tecnica/tattica nel pomeriggio. Questa Accademia nasce nel 1998 in linea con il programma di sviluppo del calcio negli Stati Uniti voluto dall’U.S Soccer Federation.
Nella stagione calcistica 2007/2008, intraprende la sua prima esperienza nel professionismo, approdando a Dallas. Il ritorno in Texas risulta di buon auspicio, il giovane fa molta esperienza nel campionato americano divenendo un vero e proprio simbolo del Club. Nonostante la giovane età si ritaglia una buona dose di attenzione anche in ambito internazionale partecipando a tutte le competizioni con la maglia a stelle e strisce sino al raggiungimento della rosa della Nazionale maggiore.
Nel gennaio 2013 l’FC Dallas accetta l’offerta di 2,5 milioni di £ avanzata dallo Stoke City, inizia così la nuova esperienza di Shea in Premier League.
Per il centrocampista è la ricerca della consacrazione in uno dei campionati più belli d’Europa, dove sin ora ha collezionato 2 presenze.
Da lì a breve arriva anche il primo trofeo internazionale. Il 28 luglio 2013, infatti, sigla la rete dell’1 a 0 contro Panama che consente alla nazionale americana, guidata da mister Jurgen Klinsmann,  di vincere il titolo CONCACAF Gold Cup. Nel torneo Brek sigla 2 reti in 6 gare.
La nuova stagione 2013/2014 con lo Stoke inizia con un fastidioso problema al ginocchio ma non sembra preoccupare troppo il Club e l’entourage del calciatore che riprenderà a breve il regolare lavoro con il gruppo.

http://youtu.be/-tcm_c6aiW0

Brek è un centrocampista esterno con propensioni offensive. Il programma di allenamenti svolto in Accademia ha formato un vero e proprio atleta. Impressionano infatti le doti atletiche del giovane. Presenta resistenza ed accelerazione che, se abbinate al fisico possente di un ragazzotto di 1,91 cm, impensieriscono l’avversario. Mancino puro e potente,  con gli anni ha sviluppato una buona tecnica di base che ne fa di lui un giocatore adatto al calcio moderno. Tali caratteristiche lo rendono polivalente. Adatto al centrocampo a 4, dove ricopre il ruolo di esterno, ma anche utile ed efficace nel centrocampo a 3 se si vuole sfruttare la sua fisicità oppure nel tridente d’attacco come esterno alto.

La sua grande forza resta comunque la determinazione. Nel corso della partita è infatti animato per 90 minuti da una dirompente fame di vittoria.

La cattiveria agonistica, le doti atletiche e la cura degli aspetti tecnici fanno di questo giovane classe 1990 un calciatore molto interessante che presto farà parlare di se, più di quanto non si faccia già adesso. La chioma bionda e la determinazione lo avvicinano al nostro Pavel Nedved. Chissà che dopo la Furia Ceca non vi sia l’arrivo della Furia a Stelle e Strisce.

BORN SHEA TO BE NEDVED

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.