SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO. AKRAGAS – MONOPOLI. VITTORIA E SECONDO POSTO

3 min read

Ed accade proprio quello che non ti aspetti, anche se forse nel tuo intimo lo avevi sognato. Terza vittoria consecutiva, 10 punti in 5 gare e secondo posto in classifica ad una sola lunghezza dalla capolista Casertana. Incredibile ma verissimo per i tifosi agrigentini.

Nel recupero della seconda giornata di campionato l’Akragas, per l’ultima volta scende sul rettangolo di gioco dello Stadio Provinciale di Trapani, per affrontare la ripescata Monopoli, e sin dai primi minuti riesce ad imporre il proprio gioco e la propria supremazia. 3-5-2  a confronto sul sintetico trapanese. Ma sono i biancazzurri che riescono a interpretare al meglio un modulo che ai più potrebbe sembrare difensivo. Invece non lo è affatto tant’è che l’Akragas confezionano azioni su azioni. Primo tempo di chiara marca biancazzurra. I giganti si portano continuamente in diverse occasioni al tiro o dentro l’area di Pisseri, creando non pochi pericoli ai gabbiani pugliesi. All’11° è Capitan Capuano a mettere i brividi alla retroguardia biancoverde con un tiro che sfiora il palo alla sinistra dell portiere. Tre minuti dopo Scrugli per Di Piazza e mezza girata fuori dell’attaccante dentro l’area piccola. Al 20° un fuori gioco sospetto segnalato dall’arbitro che annulla il gol messo a segno da Matteo Di Piazza. Provano ancora Madonia ed Aloi con dei tiri da fuori area che si spengono comunque alti sopra la traversa.

Al 40° la svolta. Sabatino, ottimo anche oggi, duetta con Madonia, va fino alla linea di fondo, la mette in mezzo, tiro deviato proprio sui piedi di Giuseppe Madonia che poco più avanti dal punto in cui si calcino i rigori può finalmente timbrare il suo primo gol in maglia biancazzurra. 1-0 e vantaggio più che meritato. Monopoli non pervenuto.

Nella ripresa c’è subito una grandissima occasione per Di Piazza che lanciato a rete da Zibert, incredibilmente solo davanti a Pisseri si mangia il 2-0. La supremazia degli uomini di Legrottaglie è evidente. I centrocampisti sono instancabili, la fase difensiva funziona alla grande, il pressing comincia quasi sempre dalla trequarti campo ospite. In una di queste palle recuperate Zibert in collaborazione con Aloi, mettono in condizione Di Piazza, ancora una volta, di trovarsi da solo davanti a Pisseri e stavolta l’attaccante non sbaglia e porta l’Akragas sul 2-0.

In campo si vede solamente una squadra giocare in scioltezza, con grande tranquillità, ed è l’Akragas, fino al 72°, però, quando in un’azione di rimessa il Monopoli manda l’attaccante Croce, spostato sulla fascia destra, nei pressi di Capuano, e solo davanti a Maurantonio, nel primo vero tiro in porta dei gabbiani, lo supera accorciando le marcature. Si riapre il match con qualche preoccupazione per gli akragantini che cominciano a sbagliare più di un passaggio. Gli ultimi 15 minuti diventano interminabili. Il Monopoli alza il proprio baricentro ma produce una serie di cross per le sue due torri che per fortuna non producono altri pericoli, tranne all’89° per un gol annullato al Monopoli per fallo di Croce su Capuano. I 5′ di recupero quasi una tragedia greca per i tifosi che avevano ormai pregustato una facile vittoria ed un positivo e meritato risultato. Il 4° utile consecutivo.

L’Akragas del presidente Giavarini che ambisce ad una salvezza tranquilla, si gode, intanto il secondo posto in  classifica aspettando che la forma migliori così come con il tempo l’affiatamento degli attaccanti e la maggiore condizione dei giocatori. E se il buongiorno si vede dal mattino non c’è che da stare allegri.

Il tabellino.

Akragas: Maurantonio, Scrugli, Sabatino, Cazè da Silva, Marino, Capuano, Vicente, Zibert (84° Salandria), Di Piazza (89° Cristaldi), Madonia (69° Roghi), Aloi. Allenatore  Nicola Legrottaglie. A disp. Lo Monaco, Alfano, Fiore, Mauri, Lovric.

Monopoli: Pisseri, Esposito, Ferrara, Ghosheh (33° Bei), Battaglia, Pinto, Luciani, Difino (75° Tarantino), Croce, Djuric (46° Bellante), Rosafio. Allenatore Massimiliano Tangorra. A disp. Tognoni, Romano, Gambino, Guglielmino.

Arbitro sig. Andrea MEI di Pesaro.

Collaboratori sigg. Pietro GUGLIELMI di Albano Laziale e Andrea ZINGRILLO di Seregno.

Reti: 40° Madonia; 56° Di Piazza.

Ammoniti: Aloi, Maurantonio e Roghi (A); Ferrara, Bellante (M).

Angoli 5-0 per l’Akragas

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.