CALCIO – COPPA ITALIA LEGA PRO: La vecchia guardia regala il primo sorriso alla Giana

Un primo tempo di studio e ricerca dell’intesa, una ripresa con 2 gol e la prima vittoria ufficiale della nuova stagione.

Comincia col piglio giusto la nuova avventura della Giana Erminio in Coppa Italia Lega Pro, grazie al 2-0 casalingo contro il Cuneo nella 1° giornata del Girone A.

Dopo i primi 45 minuti in cui si registravano emozioni degne di nota principalmente sul finire (un paio di colpi di testa alti di Bruno, i guizzi sulla sinistra di Gasbarroni, e qualche brivido dalla distanza degli ospiti con le conclusioni di Scapinello), nel secondo tempo la musica cambiava.

Il gol della Giana arrivava dopo 11 minuti, quando a centrocampo Sosio era bravo a recuperare palla, servire in profondità Bruno che con un colpo di tacco smarcava capitan Biraghi che batteva nell’angolino basso alla sua destra il portiere avversario Tunno per l’ 1-0.

Al 24′ il raddoppio dei biancazzurri, con Gasbarroni ispiratissimo in contropiede bravo a servire il compagno Marotta che lo seguiva come un ombra, entrando in area e realizzando il 2-0.

Il Cuneo inseriva forze fresche con gli innesti argentini di Banegas (28 gol negli ultimi 2 anni in Serie D con Vado e Bra) e Garin (un passato in Lega Pro con Savona e Virtus Entella), ma dalle parti di Paleari non si passava.

Inoltre i piemontesi restavano in 10 per l’espulsione del capitano Gorzegno (fallo su Bruno e probabilmente qualche parola di troppo all’arbitro).

Occasioni gol per gli ospiti sul finale di partita nei minuti di recupero: al 45′ su punizione dalla trequarti sinistra di Bonomo, il difensore di casa Polenghi deviava la sfera di testa sulla traversa rischiando l’autogol, mentre al 48′ una bella penetrazione in area di Banegas veniva sventata all’ultimo da Augello.

La Giana chiudeva in attacco sfiorando il tris col neo entrato Perna, la cui conclusione finiva di poco a lato.

Primi 3 punti per il gruppo di mister Albè, trascinati dai gol della vecchia guardia Biraghi-Marotta (una vita calcistica a Gorgonzola per entrambi) e  che tornerà in campo il prossimo 30 agosto contro l’Albinoleffe (che a sua svolta esordirà in Coppa contro il Cuneo domenica 23).

TABELLINO

GIANA ERMINIO-CUNEO  2-0
Marcatori: 11′ Biraghi, 24′ st Marotta
Giana Erminio (4-3-3): Paleari; Sosio, Augello, Marotta, Polenghi; Montesano, Pinto (Perna dal 33′ st), Biraghi; Gasbarroni (Solerio dal 30′ st), Bruno, Cogliati (Rossini dal 30′ st). Panchina: Sanchez, Bonalumi, Sanzeni, Romanini. Allenatore Albè
Cuneo (4-3-3): Tunno; Barale, Conrotto, Gorzegno, Bonomo; Beltrame (Garin dal 20′ st), Cavalli, Gatto; Capellino (Banegas dal 6′ st), Corradi, Scapinello (Franchino dal 29′ st). Panchina: Cammaroto, Thiao, Corsini, Novara. Allenatore Iacolino
Arbitro: Miele di Torino
Ammoniti: Pinto e Montesano (GE), Conrotto, Bonomo, Garin e Cavalli (CU)
Espulso: Gorzegno (CU) al 28′ st

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO HIGHLIGHTS

 

 

Roberto Sabatino
About Roberto Sabatino 1638 Articles
Nato a Rapallo (GE) il 15 Maggio 1982, ha effettuato un corso di speakeraggio professionale presso la “Talent Academy” di Cologno Monzese (MI). Nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014 è lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne allo stadio “Sinigaglia” nel campionato di Lega Pro. Da marzo 2013 è inviato per la trasmissione sportiva di Espansione TV, ETG+SPORT, al campo di allenamento del Calcio Como. Un passato come addetto stampa del Basket Como, dopo varie esperienze in alcune webradio con programmi sportivi, il 1° agosto 2013 lancia il portale Sport in Condotta.it. Ad agosto 2014 diventa telecronista per la webtv Sportube, che trasmette in esclusiva live tutte le gare delle squadre di Lega Pro. Da settembre 2015 torna ad essere lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne del campionato di Serie B allo stadio "Sinigaglia". Nello stesso mese, partecipa e vince il 7° Workshop di Sportitalia Tv ed entra nella redazione. Ha scritto un libro dedicato al Genoa, dal titolo "Noi che vincemmo a Wembley".

Be the first to comment

Leave a Reply