SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO ESTERO – Sion, il giallo Claudio Gentile: la società minaccia azioni legali

2 min read

Claudio Gentile aveva da poco raggiunto un accordo per allenare il club svizzero del Sion, per iniziare una nuova avventura professionale sognata da tempo, dato che l’ex calciatore non allenava dal 2006, quando fu scaricato dalla Federcalcio italiana, con cui comunque aveva fatto benissimo in 6 anni di gestione alla guida degli azzurri Under 21 (tra tutti, l’oro agli Europei di categoria in Germania nel 2004).

Convinto dal progetto del vulcanico presidente Constantin (colui che inventò e battezzò Gennaro Gattuso allenatore nel 2013, salvo poi esonerarlo dopo 8 partite), Gentile avrebbe dovuto guidare ieri il primo allenamento della nuova stagione.

Avrebbe, perché il Campione del Mondo 1982 non si è presentato, lasciando squadra e società completamente spiazzati.

C’è chi parla di accordi contrattuali non ancora messi nero su bianco, ma da Sion smentiscono tutto.

Così è intervenuto proprio il patron Constantin, che è andato giù duro nei confronti di Gentile: “Fino a quando non saprò l’origine vera del problema sarà difficile esprimere un’opinione. Magari nel giro di 48 ore riceverò un certificato medico. Forse Gentile è diventato improvvisamente geloso e non se la sente di lasciare la sua giovane moglie per venire a lavorare in Svizzera. O è magari una questione di ordine psicologico. La cosa migliore è comunque che il tecnico italiano si spieghi perché ci sono degli aspetti aberranti nel suo comportamento”.

Si attendono chiarimenti nel giro di poche ore, ma a questo punto sembra difficile che il Sion decida di riallacciare rapporti con l’ex commissario tecnico: e, dalla Svizzera, parlano già da un possibile contatto con un’altro allenatore italiano, ovvero Marco Simone (vecchia gloria del Milan, che quest’anno ha allenato il Losanna).

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.