SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO – LEGA PRO GIRONE A: A proposito di Cremonese-Como ….

2 min read

Domani sfidiamo una rivale storica, quella Cremonese che in questo campionato era partita con grandi ambizioni ma è stata ridimensionata dal campo.

I precedenti 54 incontri di campionato sono stati all’insegna dell’equilibrio: 18 vittorie, 17 pareggi e 19 sconfitte.

In trasferta abbiamo collezionato 5 vittorie, 7 pareggi e 14 sconfitte.

Sono 4 anche le sfide di Coppa Italia: la prima vittoria esterna risale addirittura a 101 anni fa; era il 18/10/1914 e affrontammo i Grigiorossi per la prima volta nella storia, superandoli 2-1 (gol di Piazza e Albonico).

L’ultima volta che abbiamo espugnato lo Zini è stato il 14/10/2013; vincemmo grazie a un’autorete di Moi. La Cremonese è una squadra ostica, nonostante abbia 18 punti in classifica meno di noi. In casa ha alternato buone prestazioni a prove scialbe, ottenendo 5 vittorie, 6 pareggi e solo 4 sconfitte.

In porta si sono alternati Galli e il giovanissimo Battaiola, ma ultimamente gioca Quaini, uno degli acquisti invernali. In difesa si alternano il centrale Briganti (transfuga da Monza), l’esperto Castellini, l’altro centrale Bassoli (1 gol), Gambaretti (1 gol) sulla fascia destra e Favalli (o Crialese) a sinistra. A centrocampo, il gioco viene impostato dall’esperto marocchino Jadid, che ha un’ottima visione di gioco e confidenza con il gol (7 quest’anno). Lo assecondano i centrali A. Marchi (2 gol) e Moroni e sulla destra Palermo (1 gol).

Le alternative sono i due rinforzi invernale Pasi, un esterno offensivo, e il brasiliano Finazzi. L’attacco è insidioso.

Il capitano Brighenti è la punta più forte e prolifica (10 gol) ma è bravo anche il bulgaro Kirilov (4 gol), un’ala sinistra ferma da tempo che potrebbe rientrare contro di noi. Non ci sarà per squalifica l’albanese Manaj (2 gol), mentre l’allenatore Giampaolo potrebbe puntare sull’ala destra Di Francesco (4 gol) o la punta centrale Marchi (1 gol), ex Pavia ed Entella.

Le “Tigri” sono una squadra abbordabile, ma a patto di aggredirla e mandarla in confusione, così da trasformarla in mansueti “gattini”. Farla giocare e temporeggiare sarebbe un errore gravissimo. Anche perché è pur sempre un derby che ha accumulato diversa ruggine e contro di noi loro trovano motivazioni e risorse insperate.

Come se ciò non bastasse, stanno lottando per evitare i play-out.

Forza Como, abbiamo l’occasione per riscattare l’inopinata sconfitta casalinga dell’andata e tenere vivo il sogno di raggiungere i play-off. Allunghiamo la serie positiva e avviciniamoci alla vetta, in attesa del big match contro il Bassano

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.