SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO. POULE SCUDETTO SERIE D. SI COMINCIA. L’AKRAGAS CI PROVA

2 min read

Le finaliste delle Final Four. Maceratese, Akragas, Castiglione, Robur Siena

ULTIME  fatiche per le quattro finaliste alla Poule Scudetto della serie D 2014-2015. 

Nelle final four che si disputeranno a Macerata, i padroni di casa della Maceratese (unica squadra imbattuta della stagione dalla Serie A alla Serie D) società organizzatrice, incontreranno alle ore 20.30 nel proprio impianto di gioco, lo stadio Helvia Recina, i vincitori del girone I, l’Akragas di Agrigento, in un match che si preannuncia spettacolare ed avvincente tra le prime due compagini meno battute d’Italia (Akragas 33 risultati utili consecutivi, solamente 1 sconfitta che risale al 21 settembre 2014, 3^ giornata).

Qualche ora prima, alle ore 17.00 allo stadio Tubaldi di Recanati andrà in scena l’altra sfida tra le vincenti del girone B, il Castiglione (+8 sulla seconda Lecco, nella regoular season, e vincente nel triangolare con Padova e Cuneo) e quella del girone E, la Robur Siena (che ha avuto la meglio sul Poggibonsi e qualificatasi alla Poule Scudetto come migliore seconda alle spalle della Maceratese).

Le vincenti le due semifinali, si contenderanno il Titolo di Campione d’Italia Dilettanti 2014-2015 nella Finale di sabato 30 maggio alle ore 18.00 che si svolgerà sempre allo Stadio Helvia Recina di Macerata.

L’Akragas di Mister Vincenzo Feola arriva a queste Final Four abbastanza tranquillo e concentrato. La squadra dopo il pareggio in casa della Fidelis Andria di domenica 24 maggio si è recata direttamente nel ritiro di Civitanova, vicino Macerata, approfittando di queste giornate per riposarsi e recuperare forze ed energie da mettere in campo già da stasera, dopo una stagione difficile e vincente.

Unico problema di formazione per lo staff tecnico non poter disporre della coppia di centrali titolare a causa della contemporanea indisponibilità per infortuni di Maraucci, Terminiello e Vindigni. Dovrebbe farcela invece Capitan Agatino Chiavaro che reduce anch’egli da un infortunio sembra aver recuperato. Accanto a lui il candidato numero uno dovrebbe essere Andrea De Rossi, che ha cominciato la carriera di calciatore giocando proprio da centrale difensivo.

Per il resto c’è solo l’imbarazzo della scelta.

Vincenzo Feola, sentito telefonicamente, questa mattina, dal ritiro in terra marchigiana conferma: “ieri pomeriggio ci siamo allenati, ho visto grande partecipazione da parte di tutti i ragazzi, siamo tranquilli, stiamo bene, siamo concentrati, l’entusiasmo non manca mai. Anche se siamo alla fine di un anno importantissimo, un anno in cui abbiamo saputo regalare forti emozioni ai nostri tifosi, un anno che ci ha reso orgogliosi per quanto di buono fatto raggiungendo l’obiettivo prefissato, la vittoria del campionato, non ci sentiamo arrivati. Mi spiace, solamente non poter disporre dei nostri difensori centrali che sono quasi tutti indisponibili per infortunio. Sarò costretto ad apportare delle modifiche alla formazione, cercando, però, di non stravolgere e snaturare l’assetto tecnico tattico della squadra. Per il resto voglio rassicurare i nostri tifosi che ce la giocheremo come abbiamo sempre fatto quest’anno, sia in casa che fuori, cercando di regalare loro l’ennesima gioia. Se la meritano i tifosi, ce la meritiamo noi, Staff, Giocatori, Società.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.