Sport in Condotta

La voce della passione

CALCIOMERCATO – SERIE B: Como, fari sui sudamericani Maldonado e Mendez

3 min read

Il Como è al lavoro per allestire la squadra che dovrà affrontare il prossimo campionato di Serie B: dopo le conferme del ds Dolci e del tecnico Carlo Sabatini, le attenzioni ora vanno tutte sulla squadra.

Lo storico capitano Andrea Ardito (classe 1977) ha ufficialmente dato l’addio al calcio giocato con un bellissimo post sulla propria pagina Facebook: “E finisce quì,anche se la mia decisione l’ avevo già presa da tempo….ma il mio cuore non voleva accettarla anzi, ancora adesso fa una tremenda fatica a pensare che non scenderò più in campo con te. Ti ho indossata per la prima volta nel 1999 ed insieme abbiamo affrontato tante battaglie,abbiamo corso,lottato,sudato,abbiamo affrontato momenti difficili,ma li abbiamo sempre superati.Ed abbiamo gioito,si abbiamo gioito,perchè insieme abbiamo vinto tanto,ma quest’ ultima vittoria ha un sapore speciale,forse perché sapevo che sarebbe stata l’ ultima,forse perché vissuta da capitano,forse perché è arrivata con un finale magico,ma si, questa è stata sicuramente la più BBBBBBella!!! Avevo sentito subito la tua importanza,ma giorno dopo giorno ho iniziato ad apprezzare la leggerezza del tuo “peso” ed è per questo che ho deciso di dire basta,per non diventare io un peso per te. Grazie a te ho avuto il piacere di conoscere tante persone,che voglio ringraziare una ad una,da quelle che sono diventate per me come una seconda famiglia,che mi hanno aiutato a crescere con i loro consigli,a quelle che con le loro critiche mi hanno portato a reagire e a dare sempre qualcosa in più. Grazie a tutti i presidenti,direttori,dirigenti,segretari,accompagnatori,dottori,massaggiatori,preparatori,magazzinieri,allenatori e a tutte quelle persone che ti stanno vicino ogni giorno solo per l’ amore che provano per te. E grazie ai miei compagni,tutti,dal primo all’ultimo mi avete dato ed insegnato qualcosa. Infine grazie a voi tifosi che mi avete accolto quando ero ragazzo e mi avete voluto bene x così tanti anni. Insomma grazie per tutto questo ed anche se non ti porterò più sulle mie spalle,sarai per sempre nel mio cuore!!!!”.

Per voltare pagina la società ha puntato le attenzioni su 2 calciatori sudamericani, giovani e proveniente dai serbatoi di club di Serie A. calcio_kevin mendez

Uno è il centrocampista ecuadoriano Luis Maldonado (classe 1996) da diversi anni nel nostro paese e fino a pochi mesi fa stella del Pinzolo nelle categorie inferiori: dotato di un gran destro su punizione, lo scorso gennaio è approdato nella Primavera campione d’Italia del Chievo Verona, che ora vorrebbe testarlo tra i professionisti.

Per l’attacco, perso Defendi (tornato al Brescia), il Como segue l’attaccante uruguaiano Kevin Mendez (altro ’96): protagonista di uno strepitoso Mondiale Under 17 (molti lo hanno paragonato a Carlos Tevez per la tecnica), lo scorso gennaio la Roma lo ha prelevato dal Penarol per 400 mila euro, blindandolo fino al 2020.

Neanche il tempo di ambientarsi in Italia che verso la fine del mercato invernale, i giallorossi decidono di girarlo in prestito al Perugia in Serie B dove però Mendez non ha praticamente quasi mai visto il campo.

Walter Sabatini, ds della Roma, vorrebbe darlo in mano al fratello Carlo proprio nel suo Como: trattativa aperta.

Anche se l’ultimo uruguaiano visto sul Lario, ovvero Sebastian Gallegos (a Como nella stagione 2013/2014, ed anche lui scuola Penarol), non lasció grandi ricordi.