SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

COMO E ASCOLI riannodano il filo di una sfida molto sentita negli anni Ottanta

2 min read

È dal 15/2/2004 che il Como non ospita l’Ascoli.
L’ultima sfida fra i lombardi e i marchigiani fu disputata allo stadio Sinigaglia di Como e si concluse con il successo dei padroni di casa per 2-1. Per la cronaca, segnarono Pià (A), Rossetti (C) e Carparelli (C).

Nel corso della storia, Como e Ascoli si sono affrontate 32 volte, di cui 26 in campionato e 6 in Coppa Italia.
Una singolarità: tutte le sfide valevano per i campionati di serie A (7) e serie B (6).
Il parziale degli incontri di campionato giocati al Sinigaglia registra 6 vittorie degli azzurri, 3 pareggi e 4 sconfitte. Le 4 partite di Coppa Italia giocate a Como, invece, hanno visto prevalere gli ascolani 3 volte e i comaschi 1 volta.

La rivalità fra le due squadre (mai particolarmente accesa) è recente. Non si erano mai incontrate fino a al 21/3/1973, quando si trovarono di fronte al Del Duca di Ascoli per l’ultima giornata di andata del Campionato di serie B. Prevalsero i padroni di casa 2-0. Anche la partita di ritorno, la prima al Sinigaglia, si concluse con lo stesso punteggio a favore dell’Ascoli.
In seguito, il Como si è spesso riscattato, cogliendo un clamoroso 4-0 casalingo il 13/12/1977 che costituisce la prima vittoria in assoluto contro l’Ascoli dopo 3 sconfitte e 3 pareggi. Autori di quella goleada (ancora oggi il punteggio più severo negli incontri tra le due squadre) furono Fontolan, Bonaldi, Scanziani e Iachini. Indimenticabili le sfide in serie A degli anni Ottanta, e in particolare il 3-1 del 25/10/1987 con cui il Como vinse con reti di Invernizzi, Notaristefano e Corneliusson.

Infine, un piccolo confronto fra le due squadre. Il Como ha disputato 13 stagioni in serie A (+ 1 in Prima Divisione) mentre l’Ascoli ne vanta 16. Il Como ha partecipato a 41 campionati di seconda divisione (in sostanza la serie B) e l’Ascoli ne conta solo 19. Il Calcio Como è stato fondato nel 1907 e l’Ascoli si dice fondato nel 1898 (ma più verosimilmente nacque nel 1901). In ogni caso il “Picchio” è uno dei club calcistici più antichi d’Italia.

Il nuovo, appassionante confronto di sabato 3 ottobre avrà come scenario lo stadio di Novara, dove il Como è costretto a giocare le partite casalinghe in attesa di poter finalmente tornare sulle rive della Lario. Si tratta di una novità.
La partita riannoda il filo di una contesa che ha avuto i suoi momenti più esaltanti negli anni Ottanta, in serie A. Si annuncia difficile ed equilibrata, ma il Como torna al Silvio Piola cinque giorni dopo avere battuto proprio il Novara e dopo aver ritrovato la fiducia nei propri mezzi che sembrava avesse smarrito nel difficile esordio nella categoria. Un buon viatico per conquistare i primi tre punti “casalinghi” contro un’avversaria che ha gli stessi obiettivi: un campionato tranquillo e di assestamento.

Vinca il migliore, sperando sia il Como.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.