Dakar 2020, Brabec vince la categoria Moto

La prima volta di un americano e il dominio spezzato di KTM

Alla 42esima edizione del Rally Raid più famoso del mondo sale, per la prima volta sul gradino più alto del podio, la bandiera a stelle e strisce.

Merito del ventisettenne Ricky Brabec che, dopo quattro tentativi andati male, vince la categoria Moto con due vittorie di tappa, la terza e la sesta, amministrando la testa della corsa fino all’arrivo a Qiddiyah, dopo l’ultima tappa di 360 chilometri accorciata ad appena 167, a causa di un pozzo petrolifero in costruzione, con un tempo finale di 40 ore, 2 minuti e 36 secondi.

Ma la vittoria non è grandiosa solo per il pilota, anzi.

Brabec è riuscito a riportare il titolo alla Honda, spezzando l’egemonia KTM che durava addirittura dal 2001!

La casa dell’ala dorata infatti, dopo aver vinto cinque volte in Africa, l’ultima nel 1989 con Gilles Lalay, era tornata alla carica nel 2013 con l’intenzione di riconquistare il titolo.

Le medaglie d’argento e bronzo vanno rispettivamente al cileno Pablo Quintanilla su Husqvarna, a 16 minuti e 26 secondi dalla testa, e all’australiano Toby Price, miglior alfiere KTM e detentore del titolo 2019, con un distacco di 24 minuti e 6 secondi dal vincitore.

Honda può dirsi molto contenta anche per il quarto posto di José Cornejo, compagno di team di Brabec, che vince l’ultima tappa del Rally concludendo a 31 minuti e 43 secondi dall’americano.