Formula 1: ancora dubbi sui piloti 2015

cok

 
A poche ora dal via del Mondiale definire la Griglia 2015 è ancora impresa ardua.
Il Circus ha goduto certamente di periodi più floridi se pensiamo che ad oggi alcuni protagonisti non hanno garanzie di ricevere lo stipendio, alcuni team minori sono falliti, mentre altri di metà classifica sono in grandi difficoltà finanziarie.
Archiviato il progetto di mettere un tetto ai costi, voluto dall’allora presidente della FIA Max Mosley, la Formula Uno resta un campionato elitario; non a caso in F.1 sbarcano sempre più piloti paganti.

Emblematica della caotica situazione è la vicenda di questi giorni che interessa la Sauber. Si sa che i contratti in F.1 sono fatti per esser stracciati, ma questa volta il team elvetico sembra aver fatto una figuraccia.

Durante l’inverno erano stati presentati i due nuovi piloti: lo svedese Marcus Ericsson, impalpabile lo scorso anno al volante della Caterham, e Felipe Nasr, pilota debuttante, ex GP2 e supportato da sponsor brasiliani importanti.
La coppia ha svolto regolarmente le tre sessioni di prove invernali, ma, con la squadra in partenza per Melbourne scoppia il caso Van der Garde.

Lo scorso anno infatti il pilota olandese di 29 anni aveva assunto il ruolo di terzo pilota del team svizzero, e per contratto sarebbe dovuto diventare titolare nel 2015: questo almeno è quanto è emerso da una sentenza di un tribunale australiano, a cui Van der Garde si è rivolto.

I giudici della Corte d’appello dello stato di Vittoria hanno respinto il successivo ricorso del team Sauber, intenzionato invece a schierare i due giovani neo acquisti. La corte ha così imposto alla squadra di far correre domenica, e per tutta la stagione 2015, Giedo Van der Garde.

La Sauber si ritrova costretta a sostituire uno dei due volanti, o quello di Felipe Nasr o quello di Marcus Ericsson. Tutto ciò rischia di aprire un secondo contenzioso tra il team e il pilota che dovrà cedere il posto; tanto è vero che sia i legali dello svedese che quelli del brasiliano erano presenti all’udienza.

Nonostante la Sauber sconsigli la partecipazione di un pilota che non ha percorso nemmeno un chilometro con la nuova vettura, Van der Garde si dice pronto per correre già a Melbourne.
L’alternativa sarebbe un ingente risarcimento a vantaggio dell’olandese, anche se, considerata la fragile situazione economica, tale mossa potrebbe mettere in seria difficoltà il team di Peter Sauber.

VDG2
Giedo Van der Garde (29 anni)

 
Il Paddock è stato sorpreso da una seconda notizia di mercato, sempre a poche ore dal semaforo verde di Melbourne: la Marussia, scuderia di base inglese ma con licenza russa, è risorta.

Colpita nel 2014 dalla tragedia di Jules Bianchi e da povere sponsorizzazioni, la scuderia aveva inizialmente venduto la sede ad un team americano, che dovrebbe entrare in F.1 nel 2016.
Con i vari cambi al vertice la struttura ha anche cambiato nome, diventando Manor Motorsport, il costruttore britannico che era stato dietro le quinte durante le passate gestioni.

Nonostante le difficoltà la Manor ha potuto puntare sui 45 milioni di euro conquistati lo scorso anno, grazie al 10° posto nel campionato costruttori.
Inoltre la ex Marussia è da tempo partner di Ferrari per la fornitura dei motori, e si dovrebbe schierare a Melbourne con la power unit di Maranello, versione 2014.
La macchina però ha saltato le sessioni invernali di test e i due piloti, frettolosamente chiamati al volante, dovranno svezzare la monoposto a stagione in corso: proprio per questo restano dubbi sul successo di questo repentino ritorno, considerando le prestazioni deficitarie e l’affidabilità ancora da verificare di un mezzo così grezzo.

La Manor comunque schiererà l’inglese Will Stevens, partecipante lo scorso anno del solo GP di Abu Dhabi, concluso al volante della Caterham al 17° posto.

Il secondo pilota sarà Roberto Merhi. Il 23enne spagnolo è un debuttante, anche se ha già avuto modo di girare in Formula 1 durante tre sessioni di prove libere 2014. Lo spagnolo ha vinto la Formula 3 europea nel 2011 e ha concluso 3° il campionato di Formula Renault 3.5 l’anno scorso.

A completare la rosa è stato ingaggiato il giovanissimo Jordan King come terzo pilota. Nel 2015 il 21enne inglese affiancherà il ruolo di pilota di sviluppo Manor con quello di pilota ufficiale nella serie GP2.

marussia3
Le Marussia impegnate nel Gran Premio di Monaco 2014

 
QUESTO L’ELENCO UFFICIALE DEI PILOTI 2015, CON I RISPETTIVI NUMERI DI GARA

 
44. Lewis HAMILTON (GBR)

6. Nico ROSBERG (GER)

SCUDERIA: Mercedes AMG Petronas Formula One Team
MOTORE: Mercedes
__________________________
 

3. Daniel RICCIARDO (AUS)

26. Daniil KVYAT (RUS)

SCUDERIA: Infiniti Red Bull Racing
MOTORE: Renault
__________________________
 

19. Felipe MASSA (BRA)

77. Valtteri BOTTAS (FIN)

SCUDERIA: Williams Martini Racing
MOTORE: Mercedes
__________________________
 

5. Sebastien VETTEL (GER)

7. Kimi RAIKKONEN (FIN)

SCUDERIA: Scuderia Ferrari
MOTORE: Ferrari
__________________________
 

14. Fernando ALONSO (ESP)

22. Jenson BUTTON (GBR)

SCUDERIA: McLaren Honda
MOTORE: Honda
__________________________
 

27. Nico HULKENBERG (GER)

11. Sergio PEREZ (MEX)

SCUDERIA: Sahara Force India F1 Team
MOTORE: Mercedes
__________________________
 

33. Max VERSTAPPEN (NDL)

55. Carlos SAINZ Jr (ESP)

SCUDERIA: Scuderia Toro Rosso
MOTORE: Renault
__________________________
 

8. Romain GROSJEAN (FRA)

13. Pastor MALDONADO (VEN)

SCUDERIA: Lotus F1 Team
MOTORE: Mercedes
__________________________
 

9. Marcus ERICSSON (SVE)

12. Felipe NASR (BRA)

SCUDERIA: Sauber F1 Team
MOTORE: Ferrari
__________________________
 

28. Will Stevens (GBR)

98. Roberto Merhi (ESP)

SCUDERIA: Manor F1 Team
MOTORE: Ferrari

 
Francesco Bagini
La Formula Magica

Francesco Bagini
About Francesco Bagini 162 Articles
Mi chiamo Francesco Bagini, sono nato il 9 febbraio 1988. Vivo a Vittuone e studio filosofia a Milano. Era il 1996 quando rimasi affascinato dai rumorosi e colorati bolidi di Formula 1 lanciati a tutto gas lungo il Parco di Monza. Col passare del tempo, al di là degli idoli, mi sono lasciato coinvolgere dagli aspetti umani ed etici che la F.1 e in generale lo sport sanno offrire. Da settembre 2013 faccio parte del coro di Sport In Condotta, la voce della passione!