HOCKEY – Il bilancio della prima stagione del Monza Roller 2017

Dodici giorni fa il Monza Roller 2017 ha disputato l’ultima partita della sua prima stagione agonistica, iniziata lo scorso 18 novembre con la trasferta a Correggio per il campionato di Serie B e conclusasi in casa contro l’Amatori Wasken Lodi B per la Federation Cup. È giunto dunque il momento di tracciare un bilancio non solo del comportamento della prima squadra, ma anche dell’attività giovanile e societaria.

Antonella Luise, presidente dell’Hockey Roller Monza

La parola va alla presidente Antonella Luise, socia fondatrice del club biancazzurro: “Sia nel Girone A di Serie B che nel Girone 1 di Federation Cup l’obiettivo della dirigenza non era quello di piazzarsi bene in classifica, ma di dare la possibilità ai nostri giocatori, quasi tutti in età Under 20, di fare esperienza in competizioni seniores. In entrambi i casi siamo finiti in un girone di squadre consolidate da tempo, infarcite di giocatori esperti. In campionato c’erano due formazioni che puntavano decisamente a salire in Serie A2, mentre in Federation Cup abbiamo affrontato solo due compagini della nostra categoria. Se guardo al lavoro svolto dai ragazzi sono soddisfatta perché li ho visti crescere nel corso della stagione. Riguardo ai risultati, ci siamo tolti la soddisfazione di esordire al PalaRoller, la pista di via Tommaso Campanella da noi realizzata e gestita, vincendo il derby cittadino. Dietro ai giovani della prima squadra c’è il gruppo dei bambini dell’attività non agonistica, coi quali abbiamo composto una formazione Under 11 che conta ben 2 portieri. Anche loro durante la stagione hanno lavorato molto bene e tra l’altro hanno pure ottenuto ottimi risultati nelle ultime amichevoli disputate. Progressi che ci spronano a proseguire sulla strada della crescita del vivaio, a continuare col lavoro coi bimbi più piccoli. Fondamentale in questo ambito è stato l’ingresso come allenatore di Marco Camanna, che essendo cresciuto da giocatore nelle giovanili del pluriscudettato Novara, ha dato un’impostazione tradizionale al lavoro, dedicando molto tempo all’insegnamento del pattinaggio e puntando sulla valorizzazione delle caratteristiche dei singoli. Tutto ciò è stato svolto non dimenticando che i bimbi si devono divertire, devono vedere l’hockey su pista ancora come un gioco più che come uno sport. Relativamente al settore giovanile abbiamo recentemente fondato la Roller 2017 Academy, un’accademia di pattinaggio e hockey che ha lo scopo di sviluppare un progetto di crescita tecnica degli atleti attraverso stage che avranno cadenza mensile dal prossimo settembre. Il primo stage, tenuto domenica scorsa dall’italoargentino Juan Oviedo, allenatore-giocatore del Pordenone, è stato rivolto ai portieri, soddisfacendo così l’esigenza primaria delle società della zona. Sottolineo che tutti gli stage dedicati ai portieri saranno curati da Oviedo, che è stato campione del mondo con la Nazionale argentina nel 1999. Siccome riteniamo la scuola fondamentale per l’educazione motoria dei piccoli atleti, abbiamo aderito al progetto ‘Sport per te 2017/18’, che rientra nel Piano delle azioni comunali per la promozione dell’attività motoria e dello sport nelle scuole statali del primo ciclo in orario curriculare ed extracurriculare. Abbiamo coinvolto con una scuola di hockey a rotelle le primarie ‘Rubinowicz’ e ‘Citterio’. Nel plesso di via Collodi abbiamo anche partecipato alla festa di fine anno scolastico. In questa prima stagione di attività non abbiamo trascurato gli aspetti sociali che si legano perfettamente allo sport. Così abbiamo aiutato l’Unicef raccogliendo fondi in suo favore in occasione dell’inaugurazione del PalaRoller e ospitando l’iniziativa dell’Orchidea a sostegno della campagna ‘Bambini Sperduti’“.

Questo è il consuntivo del 2017/18, ma è già tempo di programmare la prossima stagione: “Stiamo lavorando per rinforzare la prima squadra e per allestire una formazione giovanile agonistica – annuncia la presidente Luise – Allargheremo l’attività non agonistica avviando il progetto di inclusione dei piccoli di famiglie con difficoltà economiche e partecipando al campionato Under 11 senza classifica. Apriremo a settembre un Centro C.O.N.I. per la promozione dell’attività motoria e sportiva, aderiremo al progetto ‘Sport per te 2018/19’, svilupperemo la Roller 2017 Academy e organizzeremo eventi per attrarre all’hockey su pista non solo i maschietti, ma anche le femmine”.

(Ufficio Stampa)

Roberto Sabatino
About Roberto Sabatino 1356 Articles
Nato a Rapallo (GE) il 15 Maggio 1982, ha effettuato un corso di speakeraggio professionale presso la “Talent Academy” di Cologno Monzese (MI). Nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014 è lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne allo stadio “Sinigaglia” nel campionato di Lega Pro. Da marzo 2013 è inviato per la trasmissione sportiva di Espansione TV, ETG+SPORT, al campo di allenamento del Calcio Como. Un passato come addetto stampa del Basket Como, dopo varie esperienze in alcune webradio con programmi sportivi, il 1° agosto 2013 lancia il portale Sport in Condotta.it. Ad agosto 2014 diventa telecronista per la webtv Sportube, che trasmette in esclusiva live tutte le gare delle squadre di Lega Pro. Da settembre 2015 torna ad essere lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne del campionato di Serie B allo stadio "Sinigaglia". Nello stesso mese, partecipa e vince il 7° Workshop di Sportitalia Tv ed entra nella redazione