HOCKEY PISTA – Il nuovo Monza parlerà tutto italiano, addio alle colonne straniere

Un occhio al futuro nonostante la preoccupazione sanitaria attuale ancora in atto, ma è giusto programmare con fiducia.

Hockey Roller Club Monza ha annunciato importanti cambiamenti sul roster 2020/2021: dolorosi addii ai giocatori stranieri, il capitano Julian Martinez (4 stagioni in Brianza con oltre 100 presenze in biancorosso), Marc Ollè e Pol Franci.

Si tratta di un divorzio forzato da parte della società del presidente Brambilla, ma l’incontrovertibile situazione attuale e l’incertezza che pesa sul futuro hanno giocato un ruolo chiave nelle decisioni assunte.

Queste le parole degli ormai ex giocatori HRC sul sito ufficiale del club: “Voglio ringraziare tutti, soprattutto i compagni delle ultime quattro stagioni – commenta Martinez  -. Mi sono state vicine tante persone, compresi i genitori dei ragazzi, con alcuni abbiamo legato profondamente. Poi rivolgo un pensiero particolare a mio fratello Lucas e a Girardelli. Cirio ci ha dato la possibilità di giocare insieme: è solo grazie a Monza se i fratelli Martinez hanno potuto giocare insieme in Europa. Un po’ come l’avverarsi di un sogno. Sono stati anni fantastici, dico solo arrivederci e non addio. Oggi siamo tutti un po’ tristi, per questa situazione che non possiamo controllare. Riflettendo, forse in parte è meglio andare via così, perché non mi ha mandato via il club o sono stato io a voler lasciare la fascia di capitano al mio erede. Questo divorzio è stato per causa di forza maggiore. Forse poteva avvenire solo così”.

Le parole del catalano Ollè: “È davvero difficile trovare le parole per dire grazie. A Monza mi hanno dato un’opportunità quando forse non la meritavo. Allora ero un giocatore che non aveva fiducia in se stesso. Però so che guarderò il Monza ascoltando le telecronache di Paolo, facendo il tifo per una squadra che ho nel cuore. Grazie Bagaj!”.

Infine Pol Franci, da due stagioni a Monza: “Voglio ringraziare la società, dal primo all’ultimo. Da Tommy a Ciro, a Flavio, a Antonio Piazza, a tutta la società, gente che ha una grande passione per l’hockey. Voglio ringraziare i tifosi, perché anche quando le cose andavano male, loro ci sono sempre stati. È bellissimo averli avuti a fianco. Voglio ringraziare i miei compagni di squadra, perché mi hanno aiutato sempre, sia ad ambientarmi che nelle difficoltà. Da Monza mi porto via un’amicizia che durerà tutta la vita, quella dei miei compagni, che sono davvero tutti bravi ragazzi”.

HRC Monza ripartirà con una squadra tutta italiana sempre guidata da coach Tommaso Colamaria: in Brianza arrivano i giovani Marco Ardit, classe 2001, proveniente dal Thiene e Andrea Borgo, un 2003 cresciuto nel Breganze.

Roberto Sabatino
About Roberto Sabatino 1637 Articles
Nato a Rapallo (GE) il 15 Maggio 1982, ha effettuato un corso di speakeraggio professionale presso la “Talent Academy” di Cologno Monzese (MI). Nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014 è lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne allo stadio “Sinigaglia” nel campionato di Lega Pro. Da marzo 2013 è inviato per la trasmissione sportiva di Espansione TV, ETG+SPORT, al campo di allenamento del Calcio Como. Un passato come addetto stampa del Basket Como, dopo varie esperienze in alcune webradio con programmi sportivi, il 1° agosto 2013 lancia il portale Sport in Condotta.it. Ad agosto 2014 diventa telecronista per la webtv Sportube, che trasmette in esclusiva live tutte le gare delle squadre di Lega Pro. Da settembre 2015 torna ad essere lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne del campionato di Serie B allo stadio "Sinigaglia". Nello stesso mese, partecipa e vince il 7° Workshop di Sportitalia Tv ed entra nella redazione. Ha scritto un libro dedicato al Genoa, dal titolo "Noi che vincemmo a Wembley".