INTERVISTE – SPORT&SOLIDARIETÀ: i tifosi del Como nella lotta contro la Leucemia infantile

C’è un gruppo di tifosi del Calcio Como che fa della solidarietà il suo grido onorevole di battaglia.

Sport in Condotta.it ha raggiunto il gruppo “Pesi Massimi 100% Como”, realizzando questa bellissima intervista che va a spiegare un evento di raccolta benefica in vista della finale di Coppa Italia Lega Pro di mercoledì 8 aprile allo stadio “Sinigaglia”.

Prima del match contro il Cosenza, infatti, i tifosi potranno comprare una maglietta celebrativa il cui ricavato andrò all’associazione QuelliCheConLuca Onlus, che si batte contro la leucemia infantile.

Come è nata questa idea e perché proprio questa ricerca?
Alessandro Giummo: “L’idea è nata inizialmente dalla volontà di portare più gente possibile allo stadio in occasione della finale di Coppa. Avevamo ideato una maglietta celebrativa dell’evento per pochi intimi, poi ci è venuta l’idea di farne di più donando il ricavato all’associazione QuelliCheConLuca. Associazione di cui faccio parte dopo la malattia di mio figlio Thomas, che tu conosci e sai quanto tifa il Como! Successivamente, per cercare di coinvolgere più gente, abbiamo ideato il video promozionale.  Inizialmente con il capitano del Como, Andrea Ardito che è sempre stato vicino a Thomas nei momenti cruciali di terapia e, successivamente, coivolgendo tutte le altre società sportive del territorio…Poi siamo passati alle istituzioni per passare successivamente a medici, attori, e cantanti…insomma abbiamo coinvolto la città! Siamo orgogliosi di aver realizzato un progetto unico….”.

Vi siete posti un obbiettivo?
Gianni Sala: “Il nostro obbiettivo è quello di coinvolgere più gente possibile nel progetto QuelliCheConLuca Onlus. Vendendo le magliette diamo tutti insieme un contributo alla ricerca e contribuiamo a far conoscere il progetto di Terapia Molecolare. E inoltre dimostriamo che chi va allo stadio e segue con passione la propria squadra del cuore, non è insensibile ai problemi comuni come troppo spesso l’opinione pubblica è indotta a credere”.

Credete nello sport come mezzo amplificatore per richieste sociali e preziose come questa?
Francesco Pozzi: “Di certo lo sport aiuta, specie se sono sport che hanno un buon seguito di pubblico. Anche in quest’ottica, nel video promozionale abbiamo coinvolto tanti personaggi e società sportive del territorio. Ed è per questo che abbiamo scelto questa operazione, in vista di una partita, come la finale della Coppa Italia Lega Pro, che crediamo possa avere una buona affluenza di gente allo stadio. E, già che ci siamo, approfittiamo per ringraziare tutti i personaggi e gli atleti che hanno accolto con slancio il nostro invito ad aiutarci in tal senso”.  calcio_como_pesi massimi

Avete altre idee per il futuro che volete condividere/svelare?
Giovanni Quarta: “Carne al fuoco ce n’è ancora tanta… Abbiamo tante idee che ci piacerebbe si potessero concretizzare, soprattuto per cercare di riportare più gente possibile allo stadio, anche se siamo consapevoli che quasi tutte le tifoserie stanno vivendo momenti difficili per quanto riguarda le presenze. Comunque continueremo nell’opera di rendere ancora più azzurro il nostro stadio, con bandiere, striscioni e quant’altro possa far rinascere entusiasmo e voglia di tifare Como. Ovviamente saremo sempre pronti a dare il nostro contributo per quelle iniziative che, al pari di quella per la finale di Coppa Italia Lega Pro, possano rivelarsi di aiuto per chi soffre e lotta per regalare un futuro migliore alle prossime generazioni”.

Concludiamo con una domanda che magari vorrebbero farvi un molti: Pesi Massimi, come mai la scelta di questo nome?
Gilberto Sovico: “Un gruppo di amici che fa della goliardia a tavola, ed ovunque si trova, deve rendere l’idea. Come gli amici di Tognazzi e company. Amicizia, autoironia ma anche idee e creatività, oltre alle passioni in comune. In questo siamo massimi davvero! Per la parole Pesi, invece, non riesco a dare una spiegazione: anche se un dubbio in fondo ce l’avrei! A Chiavari, durante una trasferta del nostro Como sul campo della Virtus Entella, abbiamo provocato anche l’alta marea un paio di anni fa!”.

 

Roberto Sabatino
About Roberto Sabatino 1638 Articles
Nato a Rapallo (GE) il 15 Maggio 1982, ha effettuato un corso di speakeraggio professionale presso la “Talent Academy” di Cologno Monzese (MI). Nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014 è lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne allo stadio “Sinigaglia” nel campionato di Lega Pro. Da marzo 2013 è inviato per la trasmissione sportiva di Espansione TV, ETG+SPORT, al campo di allenamento del Calcio Como. Un passato come addetto stampa del Basket Como, dopo varie esperienze in alcune webradio con programmi sportivi, il 1° agosto 2013 lancia il portale Sport in Condotta.it. Ad agosto 2014 diventa telecronista per la webtv Sportube, che trasmette in esclusiva live tutte le gare delle squadre di Lega Pro. Da settembre 2015 torna ad essere lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne del campionato di Serie B allo stadio "Sinigaglia". Nello stesso mese, partecipa e vince il 7° Workshop di Sportitalia Tv ed entra nella redazione. Ha scritto un libro dedicato al Genoa, dal titolo "Noi che vincemmo a Wembley".