SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

LIBRI DI SPORT: Gli anti-eroi secondo Marco Pastonesi

2 min read

Con “Elogio del gregario” una lente d’ingrandimento per tanti dimenticati del mondo del ciclismo

C’erano gli eroi, ma ci sono sempre stati i gregari che li spalleggiavano verso la grande meta.

C’erano i grandi nomi nel firmamento del ciclismo, ma pochi ricordavano chi stava dietro a dar man forte.

Marco Pastonesi (per vent’anni editorialista de “La Gazzetta dello Sport), già autore di opere sul mondo delle due ruote come Pantani era un dio e Coppi ultimo (66thand2nd), Spingi me sennò bestemmio (Ediciclo), La vita è una ruota con Alfredo Martini (Ediciclo), La quinta tappa con Vincenzo Nibali (Mondadori), e Il Maestro e la bicicletta con Ernesto Colnago (66thand2nd), è tornato col libro “Elogio del gregario” per Battaglia Edizioni.

“Ho sempre sostenuto che ogni corridore ha almeno una bellissima storia da raccontare. La sua. E continuo a sostenere che le più belle storie non sono quelle dei campioni, ma dei gregari – dice l’autore -. Perché più semplici, più vere, più terra-terra (soprattutto quando mettevano i piedi a terra). Più umane. Tant’è che ogni volta che chiedo storie di corse e tappe, di volate e alleanze, di cotte e cadute, i gregari mi regalano sempre aneddoti straordinari con sentimenti forti ed espressioni letterarie”.

Tra le storie raccontate e fatte raccontare dai diretti interessati, spiccano Antonio Negrini, Luciano Succi, Andrea Carrea (gregario di Fausto Coppi in otto Giri d’Italia e due Tour de France), fino ai più recenti Mauro Da Dalto e Marzio Bruseghin.

Un libro di 146 pagine intrise di storie belle e mai svelate. Ma che adesso hanno trovato finalmente luce.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.