SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

MONDIALI PALLAVOLO: L’Italia cerca l’impresa, ma stavolta non sarà facile

3 min read

Stasera torna in campo l’Italia di Blengini dopo la netta sconfitta per 3-0 contro la Serbia di mercoledì sera.

A Torino gli azzurri affronteranno in una partita “da dentro o fuori”tutto in una notte contro la Polonia, campioni del mondo in carica che ieri hanno asfaltato gli slavi per 3-0 mettendo maggiore pressione alla squadra tricolore.

Inutile mentire: servirà una vera e propria impresa. Non basta infatti solo vincere: non bisogna concedere set agli avversari e bisognerà vincere ogni singolo set anche con un certo scarto: in sintesi la Polonia non deve fare stasera più di 60 punti, e l’Italia dovrà vincere con 15 punti di scarto almeno.

Un risultato simile durante questo Mondiale lo abbiamo già raggiunto, ma con squadre di una caratura nettamente inferiore come Repubblica Dominicana, Belgio e Finlandia. No, la Polonia decisamente è di un’altra pasta.

Vincere quindi, e bene, per sognare ancora. Come già detto in precedenza forse sarebbe da rivedere la formula del Mondiale: l’Italia stasera rischia di uscire e fin qui ha perso solo contro la Russia, in una partita ininfluente per la classifica e nelle Final Six contro la Serbia. Comunque queste sono le regole, e bisogna accettarle a prescindere dal risultato finale.

Certo cresce il rammarico per la brutta sconfitta di mercoledì sera: i serbi non hanno sbagliato nulla, ci sono stati superiori in ogni fondamentale, dal servizio, alla ricezione al muro. Nulla da dire, e Blengini e gli azzurri lo hanno riconosciuto, senza giri di parole. Raccogliere più punti quella sera avrebbe reso meno ostica la partita di stasera.

Peccato, per i 12.000 spettatori di Torino, per il record di ascolti sulla Rai di mercoledì sera con oltre 3 milioni di telespettatori.

Stasera saremo i padroni del nostro destino, servirà una partita perfetta. Come dicevo, non sarà facile: in Polonia, la pallavolo è il secondo sport nazionale dopo il calcio.

Ieri la Polonia ha vinto con la Serbia 3-0 (28-26; 28-26; 25-22), grazie alle prestazioni superbe di Kurek (15 punti) e di Kubiak (14).

La Serbia, pur perdendo, ha già la qualificazione in tasca, grazie ai parziali molto alti nei tre set.

Nell’altro girone eliminata pure la Russia dopo il netto 3-0 subito dagli Usa che diventano sicuramente la squadra più accreditata per il titolo con 9 vittorie consecutive! Mercoledì i russi, campioni europei in carica, avevano perso per 3-2 anche contro il Brasile, altra squadra già qualificata per le semifinali.

Semifinali: fino a qualche giorno per l’Italia sembrava un obiettivo alla portata, addirittura considerato il risultato minimo da raggiungere, organizzando il Mondiale in casa (in collaborazione con la Bulgaria).

Oggi sembra più lontano. Bisogna sperare che in questi due giorni Blengini e i ragazzi abbiano capito cosa sia successo contro i serbi.

Poi bisognerà andare in campo con gli occhi della tigre e fin dal primo set attaccare la Polonia con la consapevolezza che quella di stasera, sembra strano dirlo, è per noi giù una finale, una partita che ci può proiettare in paradiso o farà parlare addirittura di un flop sui giornali di domani.

Forza azzurri quindi..

Spero domani di poter celebrare il passaggio alle semifinali. Ve lo meritate, azzurri, sinceramente e se lo meritano i tifosi di questa squadra che da nord a sud non hanno mai fatto mancare il proprio amore e il proprio sostegno.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.