SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

Raid dell’Etna: il Giro della Sicilia per auto storiche

4 min read

Una gara d’auto d’epoca in Sicilia

Le iscrizione al “Raid dell’Etna” scadono il 31 luglio di ogni anno e i ranghi di partenza sono fissati per settembre con l’avvio dalla splendida città di Palermo, dove le auto toccheranno il suolo siciliano dopo essere sbarcate dalla nave dedicata alla manifestazione. Per il viaggio marittimo i partecipanti godranno di uno sconto del 35%.
I km da percorrere saranno 1000 con 50 tappe, tra cui bisogna citare località come Cefalù, dove si farà una prima sosta, per poi giungere a Portorosa dove è previsto un pernottamento di 2 notti con la possibilità di godere di panorami, profumi e atmosfere magiche della vicina Tindari con l’annesso santuario. Da qui quasi si tocca con mano l’arcipelago delle isole Eolie e si intravede chiaramente la fumarola dello Stromboli.


Si salirà dunque ancora una volta su un’imbarcazione che porterà la carovana di auto d’epoca a Lipari e, proprio su questa fantastica isola, si disputerà una delle tappe speciali con un circuito che comprende l’intera superficie della stessa isola.
Messina accoglierà la terza tappa e qui i partecipanti, gli accompagnatori, i tecnici e tutti coloro che seguiranno questa manifestazione particolare potranno ammirare la località di Ganzirri con i suoi laghi. Si ripartirà alla volta di Colle San Rizzo e così fino al “traguardo” che è stato fissato nella città di Catania, passando ovviamente di fronte al “gigante” dell’Etna.


La Sicilia che accoglierà la manifestazione è quella delle dimore nobiliari elegantissime e assolate, autodromi, corse sulle salite, teatri, templi, e l’atmosfera onirica che accompagna un’ organizzazione che negli anni ha saputo imparare dalle sue lacune, ma anche dai successi e da una grande voglia di sfoggiare esemplari d’auto d’epoca tenute al massimo della forma.


Le auto che partecipano infatti alla manifestazione del “Raid dell’Etna” sono state costruite prima del 1969 e appartengono a tutte la case automobilistiche. Il successo della manifestazione dipende anche dalla grande cura messa in campo dalla Scuderia del Mediterraneo e da tutti coloro che lavorano per la sua buona riuscita. Ognuno infatti ricopre un ruolo ben preciso nel quale ormai è specializzato, come coloro che cura il soggiorno e la prenotazione degli hotel, o le esigenze e le richieste dei concorrenti.
Anche i partecipanti stessi si avvalgono dell’appoggio delle rispettive famiglie, che negli anni hanno seguito l’evolversi delle stessa corsa e che ormai sanno come affrontarla.
E’ su queste basi che poggia l’efficienza di questa manifestazione, ormai attesa ogni anno da tutti gli appassionati.


La pubblicità e l’apprezzamento del Raid dell’Etna sono arrivati lontano tanto che, da diverse edizioni, partecipano equipaggi che vengono dall’estero e che ormai rappresentano la maggioranza. Nella stessa gara infatti si effettuano crono scalate (come quella dell’Etna) e vengono riservati dei premi e dei riconoscimenti alle partecipanti. C’è poi il premio “Porsche Tribute” riservato al grande marchio conosciuto in tutto il mondo e che si apprezza per la presenza di auto d’epoca anteriori al 1988.
E’ un’occasione per conoscere o riscoprire la Sicilia, la sua ricca enogastronomia, i luoghi senza tempo e la semplicità della gente tra esemplari da ammirare quanto la cura che i loro proprietari riservano.


Quanto costa l’assicurazione di un’auto d’epoca

Nell’immaginario collettivo le auto d’epoca sono un vanto per chi le possiede e anche lo status symbol di una classe sociale agiata. E’ pur vero però che, al di là dei costi di manutenzione che sono onerosi, le auto d’epoca riguardo alla tassazione sono decisamente meno impegnative di quelle moderne. Il costo dell’assicurazione di un’ auto d’epoca iscritta all’Asi è molto meno cara, come viene spiegato nel sito assicurazioni-storiche.it dedicato proprio alle questioni assicurative delle auto d’epoca.

Diversi inoltre sono i siti dove poter confrontare i preventivi di diverse assicurazioni, che sicuramente incontreranno il vostro consenso in quanto sono ancora più basse di quelle tradizionali. Basta accedere sul sito, inserire le caratteristiche dell’auto, i propri dati anagrafici e avrete in pochi secondi un quadro chiaro dell’offerta disponibile di almeno 20 compagnie contemporaneamente.


Il fascino delle auto d’epoca

L’attrazione esercitata dalle auto d’epoca non è soltanto appannaggio di persone anziane che vogliono mantenere in auge una bella macchina. La stessa passione sta contagiando anche le persone più giovani che si interessano sempre più a questa fetta di mercato dell’automotive. I motivi sono diversi e tra questi c’è sicuramente un costo minore del mezzo che garantisce comunque di esprimere un certo stile e delle preferenze che rappresentano un modo di essere. In un periodo poi di crisi è sicuramente un vantaggio spendere meno per l’assicurazione e per il bollo. Il piacere e la soddisfazione di guidare un’auto d’epoca con discrete prestazioni e consumi ridotti è quindi un motivo in più per regalarsi un ‘opportunità, in un periodo dove il vintage affascina e non solo per le auto ma anche in settori come l’abbigliamento o mobili.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.