SERIE A – Fantacalcio: guida all’asta estiva 2018/2019

Dopo una snervante attesa che si prolunga da ormai quasi 3 mesi, ecco che la Serie A, insieme a tutti i grandi campionati europei, riaprono i battenti e mettono in palio i titoli di campioni nazionali. Abbiamo passato un’estate lunghissima, caratterizzata sia dalle clamorose trattative e dai grandi colpi messi quest’anno a segno dalle squadre nostrane, sia da numerosi test pre-campionato delle varie formazioni, giocati alle più varie latitudini del globo. Reduci dal mondiale disputatosi in Russia, quest’anno più che mai i rientri nelle varie compagini sono stati ritardati a date prossime all’inizio della nuova stagione, tanto da costringere i tecnici (soprattutto quelli delle formazioni più blasonate) a trovare soluzioni alternative per favorire un gioco convincente e fluido anche senza i calciatori di maggior spessore internazionale.
Quest’anno più che mai, inoltre, abbiamo assistito ad un interessamento sempre maggiore manifestato dai giocatori esteri per il bel paese, che tanto era mancato nell’ultima decina di anni in Italia.

Agosto, tuttavia, significa ormai da anni un vero e proprio snodo cruciale per la stagione di molti fantallenatori italiani, ovviamente a causa della temutissima asta estiva, lo spauracchio di qualsiasi giocatore. Rigorosamente muniti di carta e penna, ogni tecnico che si rispetti prova a piazzare i colpi migliori districandosi in una battaglia combattuta a suon di FantaMilioni (o crediti, che dir si voglia), che zampillano cospicui dalle tasche man mano che i nomi, dal primo portiere all’ultimo attaccante, scorrono sulla pagina rosea della Gazzetta. La paura di spendere troppo per il classico “bidone” dell’anno e la voglia di scovare il talento rivelazione in grado di rifornire continuamente di bonus tutta la squadra, sono le classiche intenzioni e sensazioni di chi punta al primo posto in classifica. Non preoccupatevi però, perché, con la guida all’asta di Sport in Condotta, questi errori potranno essere ridotti al minimo.

Procediamo con ordine:

ATALANTA:

La stagione della dea sicuramente si prospetta più dura delle precedenti, soprattutto a causa degli impegni estivi che hanno visto la squadra di coach Gasperini all’opera nei preliminari di Europa League rispettivamente contro Sarajevo e Hapoel Haifa. Le lunghe trasferte e le fatiche di una preparazione anticipata rispetto alle altre formazioni potrebbero farsi sentire, condizionando il rendimento della squadra di Bergamo. Sicuramente, tuttavia, i risultati continui della formazione negli ultimi anni fanno ben sperare, nonostante gli addii illustri di Caldara, Spinazzola e Cristante, talenti purissimi tagliati per Milan, Juve e Roma. Insieme a questi hanno salutato anche Bastoni (direzione Parma) e Petagna, traferitosi alla Spal. In chiave nuovi arrivi i nerazzurri si sono mossi sicuramente bene, con lo sbarco del bomber colombiano Zapata dalla Sampdoria, e di Pasalic (ex Milan) dal Chelsea.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Zapata: l’arrivo del centravanti sudamericano porta a Gasperini una grande risorsa sul fronte offensivo, garantirà forza fisica, tanti gol e bonus, grazie anche alla sua discreta continuità. Un miglioramento rispetto a Petagna, pagato troppo da molti fantallenatori la scorsa annata. Potreste provare a portarlo a casa con 40/5o crediti.
  • Barrow: Non sarà certo una pedina da far scendere in campo continuamente, ma l’attaccante gambiano l’anno passato ha messo in luce grandi qualità. Si può prendere come un’alternativa, in coppia con Zapata.
  • Pasalic: l’anno trascorso a Milano ha sicuramente fatto intravedere qualcosa di buono, ma questa deve essere la stagione della sua consacrazione in A. Si può puntare su di lui come l’anno scorso si è puntato su Cristante, che ha garantito tanti inserimenti e bonus a non finire.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Cornelius: arrivato la scorsa stagione, non ha di certo emozionato. Per il danese il cammino per una maglia da titolare sembra parecchio ostruito, soprattutto a causa della concorrenza non indifferente.

BOLOGNA:

Con l’arrivo di Filippo Inzaghi sulla panchina degli emiliani, la speranza è quella di vedere la squadra del capoluogo crescere nelle posizioni di classifica, non limitandosi alla consueta salvezza. L’ex centravanti di Milan e Juventus porta un nuovo modulo e tanta energia, data anche da un organico molto giovane e di qualità. Il mercato non è stato sicuramente esaltante, con cessioni di spessore come quelle di Verdi, Di Francesco, Masina, Crisetig e Torosidis. Nonostante tutto i colpi di mercato sono comunque interessanti, grazie ai validi innesti di Skorupski dalla Roma, Falcinelli dal Sassuolo, e Mattiello dall’Atalanta. Arriva anche Santander dal Copenaghen, una scommessa che il tecnico ex-Venezia spera possa giovare alla manovra del suo rigoroso 3-5-2.

GIIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Falcinelli: l’ex-Sassuolo ha già rivelato di saper trovare con facilità la via del gol. Arriva in una squadra dove è proprio lui a doversi caricare l’attacco sulle spalle, cercando di ripetere le straordinarie prestazioni messe a referto con la maglia del Crotone solo due stagioni fa.
  • Skorupski: il portiere arrivato da Trigoria può regalare sicuramente una grande solidità, viste anche le sue precedenti stagioni. I problemi sorgono ovviamente una volta analizzata attentamente la linea difensiva che lo precede, ma tutto sommato su di lui si può tranquillamente puntare viste le sue grandi doti atletiche.
  • Dzemaili: il centrocampista svizzero rientra in organico dopo un mondiale vissuto da protagonista con la sua selezione, dove ha anche messo a segno anche una rete contro Costa Rica. Sforna bonus continuamente, con una continuità pazzesca. Anche quest’anno non farei a meno di lui.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Destro: l’anno passato a convivere con una discontinuità pazzesca non ha decisamente convinto Inzaghi a puntare su di lui, tanto da passare da prima scelta assoluta a riserva di Falcinelli. Meglio evitare di spenderci crediti.

CAGLIARI:

Reduci da una stagione per nulla esaltante, i sardi hanno cambiato il volto alla guida della formazione. Sarà l’ex-Chievo Rolando Maran a pilotare i rossoblù verso una salvezza il più possibile tranquilla. I colpi messi a segno dalla dirigenza sono stati buoni, con gli arrivi dell’esperto Srna, 36enne esterno croato, del giovane Cerri dal Perugia e di Castro dal Chievo, fortemente voluto dal nuovo tecnico.

 

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Barella: classe ’97, il 21enne centrocampista cercato anche dall’Inter in estate, è in cima alla lista dei tiratori di rigori e punizioni, il che gli conferisce, unito ad un talento smisurato già fatto notare l’anno scorso con un bottino di 6 reti, un’arma fondamentale per far aumentare notevolmente i bonus delle squadre che decideranno di puntare su di lui.
  • Castro: argentino dal gol facile, 18 le reti messe a segno in carriera in Serie A. Senza dimenticare poi che Maran si affida anche a lui per aprire questo ciclo al meglio. Molto solido anche il suo contributo in merito di assist e palle gol create, che lo identificano come un centrocampista sul quale spendere intorno ai 15/20 crediti.
  • Cerri: viene da una stagione importante in Serie B coi grifoni del Perugia, dove ha siglato la bellezza di 15 reti per gli umbri. Sarà ovviamente in lotta per una maglia da titolare di fianco a Pavoletti con Farias ed il nordcoreano Han.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Sau: l’età ormai avanza inesorabile anche per lui, infatti il classe ’87 si trova ad essere in fondo alla lista della opzioni a disposizione del CT. Il gol che lo ha sempre caratterizzato sta gradualmente svanendo, e questa stagione potrebbe proprio sancire questa decadenza incipiente.

CHIEVO VERONA:

Dopo un campionato (ed un post-campionato, con il rischio retrocessione per il discorso plusvalenze) non esattamente tranquillo, i Clivensi partono decisi con un nuovo ciclo affidato a Lorenzo D’Anna. L’obiettivo del tecnico che l’anno passato ha garantito ai gialloblù la salvezza è quello della metà sinistra della classifica, difficile ma non certo inarrivabile. Il mercato, tuttavia, non ha riservato grandi colpi per la squadra, coi soli arrivi di Djordjevic (dalla Lazio) e Rossettini dal Genoa. In prestito arrivano anche gli attaccanti Sowe dallo Skenderbeu e Garritano per 6 mesi dal Carpi. Per quanto riguarda invece le cessioni la squadra è forse rimasta leggermente indebolita in difesa, con Cesar, Gamberini e Gobbi tutti svincolati.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Birsa: il centrocampista sloveno non viene certo dalla sua miglior stagione, con solo 3 gol e 7 assist a referto, ma può contare su un nuovo modulo (4-3-2-1) che potrebbe metterlo in luce. Da notare anche la sua utilità sui calci di rigore (dovrebbe essere il primo tiratore) e sui calci di punizione. Da non sottovalutare anche la soluzione da calcio d’angolo, con cross spioventi che saranno disegnati proprio dal 32enne.
  • Stepinski: dopo l’addio di Roberto Inglese (direzione Napoli) ha sicuramente più spazio e, almeno inizialmente, una maglia da titolare. Si è già messo in luce l’anno scorso con 5 gol in 22 presenze (a partire da Gennaio).
  • Sorrentino: nonostante le primavere siano ormai quasi 40, il portiere gialloblù è sicuramente un leader nello spogliatoio, oltre ad essere anche molto sicuro in ognuna delle sue uscite tra i pali. Si può puntare su di lui anche se la difesa non è delle migliori.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Radovanovic: il centrocampista serbo non è di certo ciò che di meglio si trova sul mercato, non tanto per incapacità, quanto per gli eccessivi malus che un mastino come lui portano regolarmente.

EMPOLI:

I toscani hanno impiegato un’unica stagione ad uscire dal baratro della Serie B. Il campionato della scorsa stagione, concluso con la vittoria finale davanti al Parma, è sicuramente una base più che solida dalla quale partire. Il tecnico Andreazzoli punta molto sulla sua giovane artiglieria mista alla giusta dose di esperienza per una salvezza tutta da guadagnare. Sul mercato i rinforzi hanno riguardato soprattutto l’attacco, con gli acquisti di La Gumina (dal Palermo), e Mraz (l’anno scorso 21 gol nel campionato slovacco). In difesa invece gli arrivi dei giovani Marcjanik e Rasmussen hanno rinforzato il reparto insieme all’esperienza dell’ex-Sampdoria Silvestre. Da sottolineare anche il nodo non indifferente che si deve risolvere per il ruolo da portiere, con Fulignati arrivato a zero dal fallito Cesena che potrebbe insidiare Provedel per il posto tra i pali.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Caputo: l’esperto attaccante 31enne l’anno passato ha vinto, con 27 reti, il titolo di capocannoniere di Serie B. Difficilmente quest’anno si ripeterà su quelle cifre, ma i nuovi innesti davanti potrebbero dargli una grossa mano. Si raccomanda di prenderlo in coppia con uno tra La Gumina e Mraz.
  • Pasqual: anche qui l’esperienza paga, con il 35enne laterale di difesa che, col ruolo da capitano, può indubbiamente servire da usato sicuro. Impressionanti i 13 assist siglati la scorsa stagione, che, uniti alle sue punizioni vellutate, conferiranno bonus continui.
  • Zajc: nel campionato di B dello scorso anno il centrocampista sloveno ha incantato con ben 8 gol e 14 assist. Andreazzoli fa bene a puntare su di lui che, insieme a Krunic nel mezzo, costituirà una coppia fondamentale, utile a tutti i fantallenatori per una scelta low cost. Si può contare di prenderlo sui 10/15 crediti.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Provedel: anche a causa della scarsa affidabilità mostrata l’anno scorso in B (con 49 gol subiti in 42 partite) resta una vera incognita per il ruolo di estremo difensore. Bisogna anche considerare il salto di categoria, che potrebbe fare aumentare in modo considerevole questo dato.

FIORENTINA:

Nonostante la qualificazione all’Europa League non sia arrivata, anche quest’anno la squadra di Firenze cerca di concentrarsi sul campionato nel migliore dei modi. La rosa è giovanissima, la meno “anziana” del nostro campionato con una media incredibile di 24,7 anni. Non c’è dunque da stupirsi se col mercato sono arrivati rinforzi molto interessanti e promettenti in ottica futura. Un nome sui tutti è quello del nuovo portiere Lafont, classe ’99 arrivato dal Tolosa, insieme ad altri acquisti sicuramente suggestivi come l’ex-giallorosso Gerson, in arrivo dalla capitale, Mirallas, belga ex-Everton, con molte presenze anche in nazionale maggiore, e Pjaca, la scommessa sulla quale aveva puntato la Juventus, senza che però il croato riuscisse mai ad incidere veramente sulle prestazioni, comunque ottime, dei bianconeri. Salutano la piazza invece il colombiano Sànchez (direzione West-Ham), e Saponara, trasferitosi a Genova, sponda Samp.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Chiesa: è sicuramente il ragazzo più talentuoso tra quelli allenati Pioli; viene da una stagione molto positiva, piena di gol e, soprattutto, assist. Porterà senza dubbio bonus a valanga, per questo da considerarsi un top di reparto. C’è da aspettarsi dunque la sua esplosione definitiva durante questa stagione, per questo non abbiate paura a pagarlo tanti crediti.
  • Lafont: sembra una scelta rischiosa, ma il nuovo portiere della viola ha sin da subito suscitato una grande attenzione e curiosità, portando i tifosi fiorentini a coniare l’ormai virale coro: “Tanto c’è Lafont”, soprattutto per via di una difesa non imperforabile. Potrebbe subire qualche gol di troppo, ma le sue prestazioni potrebbero portare indubbiamente buoni voti.
  • Pjaca: sembra quantomeno azzardato inserire il croato in questa lista, ma il buon mondiale portato a termine con la sua nazionale e la sua voglia di riscatto in una nuova squadra italiana potrebbero regalare ai fantallenatori che punteranno su di lui notevoli soddisfazioni. Listato come attaccante, è da considerarsi come un’economica scelta da 3/4 slot.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Gerson: restando in tema nuovi acquisti, l’ex-Roma non ha mai avuto quella continuità di rendimento che in un campionato fantacalcistico è indispensabile. Per questo motivo mi sento di escludere buone performance portate a termine con costanza dal neo-acquisto viola. Si rischia anche di pagarlo troppo.

FROSINONE:

I ciociari tornano in A tre anni dopo la prima storica promozione, tentando, questa volta, di portare seriamente a casa la salvezza. Il cambio di stadio (non si gioca più al Matusa, ma al Benito Stirpe) e l’allenatore Moreno Longo sono degli stimoli che potrebbero portare la squadra a buoni risultati. In entrata la formazione laziale ha deciso di rivoluzionare l’organico che l’anno scorso ha portato alla vittoria dei play-off, con l’arrivo di ben 16 giocatori, con rinforzi che vanno dalla difesa all’attacco. I principali arrivi sono stati quelli del portiere Sportiello dalla Fiorentina, di Crisetig in prestito dal Bologna, Goldaniga dal Sassuolo, Pinamonti dall’Inter nelle ultime ore di mercato, il costaricense Campell in arrivo dall’Arsenal, Halfredsson dall’Udinese con Perica, Salomon dal Cagliari e Molinaro dal Torino.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Ciano: è un attaccante su cui fare un discreto affidamento, considerando anche i 16 gol nella scorsa stagione. Giocherà sicuramente con continuità, date le 48 presenze della scorsa stagione in Serie B. Battitore di angoli e punizioni, potrebbe tornare utile anche in ottica assist (17 lo scorso anno).
  • Sportiello: anche lui è un rischio considerevole da correre, dato la difesa che si ritrova, ma le sue buone prestazioni portate a termine l’anno passato fanno sperare i tifosi ciociari in una quantità minore di gol subiti rispetto a quella che, fisiologicamente, una neo-promossa è costretta a subire. Si può prendere come un terzo portiere su cui fare un buon affidamento.
  • Perica: croato di origine, è stato preso per fare gol, sperando che ripeta quello che di buono ha messo in mostra lo scorso anno ad Udine. Anche lui non fa della continuità il suo forte, ma potrebbe rivelarsi utile come 4/5 slot da pagare poco.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Goldaniga: è indubbiamente un buon difensore, forse anche il più noto nella retroguardia dei gialloblù, ma la media voti dell’anno scorso col Sassuolo (5,9) non lascia ben sperare. Bisogna anche mettere in conto i numerosi cartellini che dovrà spendere per fermare gli attaccanti di squadre più blasonate. Meglio lasciar stare.

GENOA:

I grifoni sono reduci da un buon campionato, chiuso al 12mo posto, con conseguente salvezza tranquilla. Questo risultato è soprattutto merito dell’allenatore Davide Ballardini, arrivato a campionato in corso. Dopo numerosi risultati postivi però, la squadra si è rilassata non poco verso la fine della stagione, perdendo le ultime quattro gare di campionato. L’obiettivo per quest’anno è terminare nella parte sinistra della classifica. Come di consuetudine, il presidente Preziosi non ha badato a spese per il mercato estivo, rinforzando l’organico con numerosi acquisti. Tra i principali ricordiamo il ritorno di Mimmo Criscito dopo diversi anni passati in terra russa con lo Zenit, gli arrivi di Marchetti, Piatek, Kouamè, Favilli, Sandro, Romulo, e dell’attaccante Spinelli. Da non dimenticare le cessioni illustri, tra le quali gli addii di Bertolacci, Laxalt, Taraabt, Galabinov, Izzo e Perin.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Lapadula: dopo una buona stagione passata, quest’anno è atteso alla consacrazione definitiva. Non si è mosso da Genova, dove ha deciso di continuare a regalare buone prestazioni e, magari, qualche gol in più. Si può scegliere come un attaccante da 3/4 slot, pagandolo non più di 20 crediti.
  • Piatek: arrivato dal Cracovia per 4 milioni di euro, il giovane polacco è pronto per un grande campionato come la Serie A. Da subito l’attaccante ha stupito tutto il pubblico genoano, mettendo incredibilmente a segno 4 reti contro il Lecce in Coppa Italia. Non dovrebbe sempre partire titolare, ma lui sì che è una possibile sorpresa.
  • Romulo: dalle scorse stagioni con Juventus prima e Verona poi, abbiamo capito la sua principale vocazione, ovvero la spinta offensiva dalla fascia. Saranno molti i crossi spioventi dalla sua fascia, il che lo rende un assistman di tutto rispetto. Buonissimo anche il suo rendimento in zona gol per essere un laterale di difesa, considerando le 3 reti messe a segno lo scorso anno.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Marchetti: il nuovo portiere del grifone potrebbe rivelarsi una scelta non azzeccatissima, data soprattutto l’età che avanza e l’anno di inattività dovuto alla collocazione fuori rosa dalla sua ex squadra, la Lazio.

INTER:

La griglia di partenza del campionato vede nella squadra milanese la principale antagonista, insieme a Roma e Napoli, dei campioni d’Italia della Juventus. Dopo una qualificazione in Champions League che mancava ormai da troppo tempo, Luciano Spalletti, insieme alla squadra di dirigenti nerazzurri, ha messo insieme un mercato straordinario per i nomi portati a Milano, considerando soprattutto i paletti imposti dalla UEFA col FFP. Nonostante alla fine del mercato il nome più caldo dell’estate milanese, ovvero il pallone d’oro del mondiale di Russia, Luka Modric, non sia mai sbarcato né a Linate né a Malpensa, Ausilio & co. ha finalizzato gli acquisti di Nainggolan, De Vrij, Asamoah, Politano, Vrsaljko, Lautaro Marinez e Keita Balde. Le cessioni non sono state molte, e, sprattutto, quelle che ci sono state, ovvero Cancelo e Rafinha principalmente, sono state ben rimpiazzate dai nuovi arrivi.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Icardi: non c’è nemmeno bisogno di spiegare il motivo per il quale l’argentino si trovi in questa lista. Con 29 gol lo scorso anno ha letteralmente trascinato la fase offensiva dell’Inter, che spesso trovava problemi enormi in zona gol. Da considerarsi un top di reparto, se avete a disposizione un buon quantitativo di crediti, non esitate ad offrire il più possibile per portarvelo a casa.
  • Perisic: insieme ad Icardi è stato il migliore la scorsa stagione. Ha messo a segno 11 gol e servito la bellezza di 11 assist, diventando un titolare irremovibile nelle gerarchie di Spalletti. Il croato ha inoltre svolto un ottimo mondiale, mettendo ancora di più in luce tutte le sue migliori qualità. Anche lui è da prendere, se ne avete la possibilità.
  • Skriniar: il vero muro difensivo dell’Inter di Spalletti. Lo slovacco è senza ombra di dubbio migliorato esponenzialmente durante l’ultimo campionato, prendendo inoltre pochissime ammonizioni, una vera goduria per chi se lo è portato a casa. Quest’anno è davvero importante, per lui e per i nerazzurri, che si ripeta, anche in ottica europea.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Candreva: a causa dell’età avanza anche per lui, ormai 31enne, e delle prestazioni dello scorso campionato, con nessun gol realizzato, sono davvero in pochi quelli che credono in un suo riscatto per quest’anno. Partirà anche con la pressione per una maglia da titolare, in ballottaggio soprattutto con il neo-acquisto Politano.

JUVENTUS:

Dopo i sette scudetti consecutivi ed un dominio pressoché incontrastato in Italia, la Juventus, da quest’anno ha un obiettivo dichiarato, ovvero provare a conquistare quel trofeo che a Torino non si vede dal 1996: la Champions League. Tutto ciò non solo è largamente testimoniato da scambi apparentemente illogici come quello col Milan, ma anche, e soprattutto, dal faraonico acquisto di cui si sono resi protagonisti i dirigenti bianconeri, ovvero lo sbarco a Caselle del marziano CR7. La campagna acquisti juventina, oltre agli arrivi di Ronaldo e Bonucci, si è concentrata anche sul centrocampo, con l’arrivo di Emre Can, sulla porta, con l’acquisto di Perin, e sulle fasce, con lo scippo all’Inter del portoghese Cancelo. In uscita fa male vedere il nome di Buffon dopo 17 anni passati a Torino, accompagnato da Asamoah e Lichtsteiner. Se ne vanno anche Caldara, direzione Milan insieme a Higuain, con Mandragora (Udinese), Sturaro (Sporting Lisbona) e Marchisio (rescissione del contratto).

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Cristiano Ronaldo: appena arrivato in Italia ha già fatto impazzire migliaia di fantallentori, diventando indiscutibilmente il numero uno per questo fantacalcio. Fare attenzione però, non dovete fare follie per lui ed essere costretti a giocare con 10 riserve al suo fianco, perché da solo non può farvi vincere.
  • Douglas Costa: l’anno scorso è stato senza dubbio il re degli assistman, nonostante la prima parte di stagione non sia stata esaltante. Anche quest’anno è una delle stelle di questa Juventus, da acquistare per bonus e gol in quantità.
  • Bonucci: in difesa è stato l’uomo su cui la Juventus ha fatto il più grande investimento, sacrificando per lui una giovane promessa come Caldara ed un bomber di razza come Higuain. Lui cercherà di ripagare la fiducia con gol (di testa sui calci d’angolo è una sentenza) e lanci da dietro (la sua miglior qualità). Occhio ai gialli, qualcuno di troppo potrebbe scappare.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Matuidi: le sue qualità da corridore non si discutono, ma i nuovi arrivi potrebbero mettere non poco a rischio la sua titolarità. Bisogna anche ricordarsi dei pochi bonus che porta, non andando quasi mai in gol.

LAZIO:

L’anno scorso è mancata la ciliegina sulla torta di una stagione sensazionale, ovvero la qualificazione alla prossima Champions League soffiatale dall’Inter all’ultimo respiro, ma la Lazio parte, in questa stagione, con una rinnovata consapevolezza dei propri mezzi. La conferma dell’allenatore Inzaghi e delle stelle Milinkovic-Savic ed Immobile può senza dubbio essere una marcia in più. Anche in entrata i biancocelesti si sono mossi bene, portando nella capitale Proto dall’Olympiacos come vice-Strakosha, Acerbi dal Sassuolo per sostituire De Vrij, Bersiha dal Salisburgo, Badelj dalla Fiorentina, e Correa dal Siviglia in prestito. L’unica cessione veramente degna di rilievo è quella di Felipe Anderson, partito in direzione West-Ham.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Milinkovic-Savic: l’anno scorso è passato da essere una possibile sorpresa ad un vero e proprio fattore per i suoi compagni in campo. Il serbo classe’95 ha portato la bellezza di 12 gol e 4 assist in 35 presenze. Listato come centrocampista, gioca spesso più avanzato, a ridosso della zona di competenza di Immobile. Questo aspetto, insieme alla sua straordinaria prestanza fisica, lo rende praticamente immarcabile. Lo si può portare a casa ad un prezzo anche molto alto, ma ne dovrebbe valere la pena.
  • Immobile: l’attaccante napoletano l’anno scorso è stato il re dei cannonieri insieme ad Icardi, una vera gioia per tutti i suoi fantallenatori. Gol a ripetizione ed ottime prestazioni gli hanno garantito sempre buoni voti, conditi con bonus portati anche da dischetto, dove è il principale indiziato per tirare i calci di rigore. Non bisogna nemmeno dimenticare i 10 assist, che fanno ulteriormente salire il suo prezzo, che quest’anno più che mai sarà molto alto.
  • Luis Alberto: è molto difficile che ripeta la straordinaria stagione dello scorso anno, dove il classe ’92 ha portato alla sua squadra 11 gol e 16 assist, ma lo spagnolo resta comunque un giocatore da acquistare. Potete portarlo a casa con 20/30 crediti, facendo attenzione a non andare oltre un certo limite.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Radu: anche lui non è più giovanissimo, e il posto da titolare non è nemmeno più così sicuro, data la concorrenza infoltita anche dall’arrivo di Acerbi. Bisogna anche tenere conto del caratteraccio del rumeno, che porta spesso a cartellini gialli e, qualche volta, anche a cartellini rossi.

MILAN:

Sono stati anni a dir poco travagliati, ma il Milan post-Berlusconi può finalmente tornare a sorridere dopo la scomparsa di Mr. Li dalla dirigenza e l’arrivo del fondo Elliot. Il ricorso al Tas di Losanna è stato vinto, portando non poco ottimismo in vista della prossima Europa League, che i rossoneri, a differenza dell’anno scorso, giocheranno direttamente a partire dalla fase a gironi, senza la faticosa fase preliminare toccata all’Atalanta. Il lavoro di Gattuso, che ha sostituito a campionato in corso Montella, ha davvero pagato, ma questa stagione deve portare risultati radicalmente differenti. L’obiettivo è tornare in Champions League conquistando almeno il quarto posto, sicuramente alla portata. L’ottimismo di inizio campionato è dato anche dagli arrivi di Higuain, Caldara, Reina, Laxalt e Castillejo, oltre all’inserimento della mina vagante Halilovic.
Il diavolo ha anche dovuto operare cessioni importanti, lasciando l’allenatore calabrese privo di una colonna come Bonucci in difesa, Kalinic, Andrè Silva, Locatelli, Antonelli e Bacca.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Higuain: arrivato dalla Juventus, l’attaccante argentino dovrà caricarsi per intero l’attacco del Milan sulle spalle, circondato da Suso e Chalanoglu che forniranno i giusti assist. Nel 4-3-3 dei rossoneri figura molto bene, e sarà di sicuro il top-scorer della squadra. Un top player da acquistare con molti crediti.
  • Chalanoglu: battitore di angoli e punizioni, l’anno scorso ha fatto registrare 6 gol ed 8 assist. L’ideale centrocampista offensivo, che si accentra dall’esterno per liberare il suo potentissimo tiro. Si può acquistare a 20/25 crediti senza remore.
  • Suso: la qualità e la classe sgorgano dai piedi del fantasista spagnolo, che con assistenze e reti può dare un enorme contributo alla causa del diavolo, sia in campionato che in Europa. Classe ’93, è quasi sempre un titolare. Da prendere con 30/35 crediti, tenendosi anche pronti a tirare fuori qualcosa in più dal portafoglio.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Cutrone: forse qualcuno è sorpreso di vederlo qui, ma il giovanissimo classe ’98 non sempre è stato tra i titolarissimi lo scorso anno, nonostante i 10 gol e 4 assist. Tuttavia è soprattutto l’arrivo di Higuain che gli ostruisce la strada, riducendo al minimo le sue possibilità di giocare.

NAPOLI:

Aurelio de Laurentiis quest’anno ha voluto attuare una vera e propria rivoluzione rispetto alle ultime tre stagioni, non tanto per i nuovi acquisti degli azzurri, ma per il cambio in panchina, che ha visto Carlo Ancelotti prendere il posto di Maurizio Sarri, partito in direzione Londra, sponda Chelsea. L’obiettivo è certamente quello di pilotare la squadra verso lo scudetto, che manca ai partenopei da ormai troppo tempo. Fondamentale è stata la conferma di capitan Hamsik, il quale, nonostante fosse tentato da corpose offerte cinesi, ha preferito restare. La stessa strada è stata seguita da Koulibaly, con De Laurentiis che ha rifiutato offerte inglesi da 90 milioni di euro. La cessione di Jorginho al Chelsea di Sarri ha portato all’acquisto di Fabian Ruiz dal Betis Siviglia, accompagnato dall’investimento importante per il portiere azzurro Meret, classe ’97, che crescerà sotto l’ala di Karnezis ed Ospina, arrivato dopo un lungo casting operato dal presidente sul mercato degli estremi difensori. Da rimarcare anche l’arrivo di Verdi dal Bologna.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Allan: ormai è a Napoli da molto tempo, e la sua conoscenza dell’ambiente potrebbe fruttare gol ed assist grazie ad una buona intesa coi propri compagni. I suoi inserimenti sono spesso letali, e portano bonus a valanga.
  • Insigne: la sua classe ed il suo talento lo fanno uno dei top di reparto per il centrocampo. L’esperienza di Ancelotti può recargli ulteriore giovamento, fino a farlo diventare un punto di riferimento sia per tutto il Napoli, che per la nazionale italiana.
  • Koulibaly: reduce anche lui dal mondiale con la nazionale del Senegal, che egli ha scelto in luogo della Francia campione del mondo, anche quest’anno sarà un pilastro per la difesa dei partenopei. Fondamentale nel gioco aereo, porta gol quasi da doppia cifra, come testimoniano i 7 messi a referto la scorsa stagione.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Meret: non fatevi ingannare dall’investimento che è stato fatto per il baby-portiere. Nelle gerarchie è virtualmente il titolare, ma il brutto infortunio al braccio sinistro potrebbe alla lunga costargli il posto in favore del neo-acquisto Ospina, arrivato dall’Arsenal non certo per stare a guardare.

PARMA:

Un’impresa. Così si può definire la straordinaria cavalcata del Parma, che, partendo dai dilettanti dopo il fallimento in cui era sprofondato tre anni fa, è riuscito, con una cavalcata a dir poco sorprendente, a farsi strada tra tutte le categorie, giungendo, infine, alla massima serie del nostro campionato. Non sono mancati però i colpi di scena, con la squadra crociata che ha rischiato di iniziare il nuovo campionato, con Roberto D’Aversa in panchina, con addirittura 5 punti di penalizzazione. I gialloblù sono tuttavia riusciti a scamparla con un’ammenda da 20mila euro da parte della Corte Federale D’Appello. Gli obiettivi sono chiari: evitare la retrocessione e puntare ad un buon torneo nel suo complesso. In entrata il Parma è forse la squadra che si è mossa di più in questa finestra di mercato estiva, mettendo a segno colpi anche di grande rilievo. Importanti sono gli arrivi di Ciciretti dal Napoli, Stulac dal Venezia, e del nuovo portiere titolare, sempre dal Napoli, Luigi Sepe. Da non sottovalutare anche l’esperienza garantita da nomi come quelli di Bruno Alves (ex-Cagliari), Luca Rigoni, e Biabiany, di ritorno dall’Inter. Arriva anche Inglese, attaccante ex-Chievo e Napoli che potrà sicuramente garantire sostanza in fase offensiva. Interessantissimo è anche il ritorno in Italia dell’ivoriano Gervinho, di ritorno dalla Cina.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Inglese: l’attaccante ex-Chievo (25 reti con la maglia dei Clivensi) è stato chiamato per un motivo ben preciso: garantire gol e prestazioni in attacco per supplire ad una mancanza che spesso vediamo nelle neo-promosse. Per questa ragione si tratta di un profilo largamente consigliato come 3/4 slot del reparto offensivo.
  • Stulac: giovane promessa in arrivo dal Venezia, sarà al centro dei pensieri di D’Aversa, che proverà a far passare il più possibile il gioco dai suoi piedi. L’anno passato ha messo a referto sei gol, quattro assist e 21 presenze in Serie B.
  • Ciciretti: nel tridente offensivo dovrebbe avere molto spazio, ma dovrà riscattare un anno passato non al massimo delle sue potenzialità, con soli 2 gol in 12 presenze in A con la maglia del Benevento ed un gol ed un assist con quella del Parma in B. Tutto sommato su di lui si può puntare, spendendo poco e sperando che faccia vedere ciò di cui è capace. Occhio però al suo infortunio facile.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Biabiany: di ritorno dall’Inter, non parte tra i titolari nelle gerarchie di D’Aversa. Inoltre, in questi anni passati a Milano, potrebbe aver perso la confidenza con il campo, di cui potrebbe risentire in questa stagione. Non è il massimo che potete acquistare.

ROMA:

La “magica” di Di Francesco riparte dopo un terzo posto in campionato ed una semifinale di Champions League raggiunta. Alla base del mercato estivo c’è stata la volontà di infoltire la rosa con nuovi arrivi di giovani promettenti, che potrebbero, però, peccare di inesperienza. I giallorossi hanno dovuto fronteggiare le partenze difficili da digerire di Alisson e Nainggolan, cercando di rimpiazzarli rispettivamente con l’arrivo di Olsen dal Copenaghen, e di Pastore, di ritorno in Italia dopo 7 anni trascorsi al PSG. Interessanti anche gli acquisti tipici di Monchi, dirigente responsabile del mercato. Sono infatti arrivati colpi come Kluivert dall’Ajax, Cristante dall’Atalanta, Coric e Bianda. Inoltre, l’esperienza di Marcano e di Mirante possono fare comodo ad una squadra che può davvero sorprendere. Il colpo finale è stato il francese N’Zonzi, dal Siviglia, pronto per entrare al meglio nei meccanismi rodati della Roma.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Dzeko: un leader per una squadra che non può prescindere da un cannoniere come lui. La stagione scorsa il bosniaco ha messo a segno meno gol rispetto al solito, ma la sua presenza in attacco è sempre stata di fondamentale importanza, tanto che i giallorossi hanno sempre faticato senza di lui in campo. Un profilo di spessore assoluto che bisogna aggiudicarsi assolutamente.
  • Kolarov: il terzino serbo ha dimostrato al mondiale una volta di più le sue strabilianti capacità di tiratore sui calci piazzati. Con la sua spinta in fase offensiva infatti, potrete facilmente ottenere numerosi bonus.
  • Under: può sembrare una scelta azzardata, ma il piccolo turco sulla fascia avrà più spazio quest’anno di quanto non ne avesse la stagione passata. Le sue accelerazioni sono spesso brutali, e mettono in seria difficoltà tutta la difesa avversaria. Fate attenzione però a non pagarlo troppo, perché la discontinuità è una sua caratteristica, aspetto che non va mai troppo d’accordo con il fantacalcio.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • De Rossi: la sua bravura non si discute, ma i troppi cartellini e l’irruenza che molto spesso lo caratterizza non sono aspetti positivi. Diventa difficile consigliarlo anche perché quest’anno avrà davanti altri talenti, che nelle gerarchie lo potranno scavalcare.

SAMPDORIA:

L’obiettivo per i blucerchiati è quello di migliorare le prestazioni dello scorso campionato. Buonissima la prima parte di stagione, ma nel finale i ragazzi di Giampaolo hanno pagato anche fisicamente, terminando lontani dalla zona Europa League. La guida dell’allenatore nativo di Bellinzona sarà certamente la marcia in più per migliorarsi. In chiave arrivi sono stati molti i nomi arrivati al Marassi. In primis il giovane portiere Audero, che arriva in prestito dalla Juventus per affermarsi ad alti livelli, poi gli innesti di Colley, Jankto ed Ekdal, accompagnati dall’arrivo di Gregoire Defrel dalla Roma. Le partenze non sono state purtroppo da meno, con gli addii di Torreira (Arsenal), Zapata (Atalanta), ed, in difesa, Strinic e Silvestre.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Praet: non è il solito centrocampista portatore di bonus, ma le sue fiammate possono garantire sempre la sufficienza in pagella, aspetto non da poco per chi ha deciso, l’anno passato, di affidarsi al playmaker belga. Solo un gol e tre assist lo scorso anno, ma un rendimento di assoluto rilievo.
  • Defrel: è un arrivo recente, è vero, ma la sua voglia di riscatto dopo il disastro di stagione passata alla Roma sarà tanta, considerando anche che la sua titolarità per il momento non è messa in alcun modo in discussione. Non si è sentito a suo agio in una grande, ma il francese con le provinciali ha un feeling particolare, considerando le ottime stagioni con Cesena e Sassuolo in A. Non pagatelo oltre 25 crediti.
  • Ramirez: l’anno scorso Gaston ha fatto gioire non poco gli sporadici fantallenatori che lo hanno scelto per il centrocampo. Porta frequenti bonus sia con gol che con assistenze, un toccasana per la vostra mediana. Battitore di calci d’angolo e punizioni.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Verre: ormai da tempo lo abbiamo inquadrato come un talento puro, pronto a sbocciare; il vero problema è che ha ormai 24 anni, ma in Serie A non ha mai fatto vedere nulla di esaltante, come invece avrebbe dovuto. Il centrocampo adesso è molto infoltito dagli arrivi estivi, per ciò faticherà a trovare una maglia da titolare.

SASSUOLO:

Dopo due stagioni passate a doversi guadagnare una salvezza tutt’altro che scontata, il Sassuolo cercherà, quest’anno, di ripetere le buone prestazioni che avevano garantito ai neroverdi, nella stagione 2015/2016 la qualificazione all’Europa League, con il sesto posto in campionato conquistato. Porterà sicuramente freschezza e rinvigorirà l’ambiente il nuovo tecnico Roberto De Zerbi che, dopo l’ultima parte di stagione passata nel Benevento l’anno scorso, è pronto per cominciare questo nuovo cammino. Tanti i movimenti sia in entrata che in uscita durante il mercato estivo, che ha portato nella cittadina emiliana nomi del calibro di Kevin-Prince Boateng, dopo la rescissione col Friburgo, Di Francesco e Brignola arrivano invece a dar man forte sulle fasce laterali dopo l’addio di Politano. Se ne vanno anche il capitano Acerbi, ceduto alla Lazio, Falcinelli al Bologna, Mazzitelli al Genoa. Altri arrivi importanti sono invece Bourabia e Djuricic sulla mediana, accompagnati dall’acquisto last minute dal Milan di Locatelli.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Boateng: il ghanese arriva in una franchigia più modesta rispetto a quanto non sia abituato l’ex Milan, ma la sua voglia di mettersi in luce e la sua grande abilità coi piedi sarà un toccasana per i neroverdi in mezzo al campo. Già dall’inizio potrà regalare bonus a palate, contando sia sui suoi assist, che, ovviamente, sui suoi gol.
  • Berardi: anche lui, come il Sassuolo, ha passato due stagioni difficilissime. Pochi gol e tanti infortuni ne hanno condizionato il rendimento, ma questa può veramente essere la sua ultima opportunità. I suoi fantallenatori sperano nella conferma definitiva.
  • Duncan: il centrocampista ex-Inter è una certezza quanto a corsa e sostanza, con assist ed inserimenti offensivi che, a volte, potranno anche garantire bonus. Può essere un grande colpo se preso a poco prezzo, considerando anche le ammonizione che uno come lui, in quella zona del terreno di gioco, dovrà sicuramente incassare.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Babacar: l’età non è più giovanissima nemmeno per lui, ed i gol cominciano a scarseggiare. Di fronte avrà sicura concorrenza per un posto da titolare, aspetto che ne potrebbe prevaricare il buon rendimento. Gli attaccanti in lista sono molti, e lui potrebbe rivelarsi un flop a lungo andare.

SPAL:

Una salvezza storica ed ottenuta, per di più, all’ultima giornata, danno la giusta spinta agli emiliani per ripartire anche in questa stagione. Coach Semplici in panchina ha garantito solidità ed ha formato un gruppo saldo ed unito sotto la sua ala protettrice. L’obiettivo principale di questa stagione resta quello della permanenza nella massima serie, sperando, magari, di poter arrivare a giocarsi la possibilità di un posto a metà classifica. Per quanto riguarda il mercato, il colpo più importante è sicuramente quello di Andrea Petagna, arrivato dall’Atalanta per mettersi ancora più in luce. Investimenti importanti anche in porta e in difesa, dove i neo-acquisti Milinkovic-Savic (che si giocherà un posto con Gomis tra i pali) e Djourou (nazionale svizzero ai mondiali di Russia) proveranno a dare più certezze. Arrivano anche Dickmann e Fares sugli esterni. Le partenze più importanti sono state quelle di Meret al Napoli e di Mattiello al Bologna.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Kurtic: l’ex Atalanta sarà al centro del progetto per il centrocampo di Semplici, che dovrà affidare a lui le chiavi della manovra, passando anche per la fase offensiva. Il suo tiro è micidiale, e molte volte servirà come arma in più contro squadre più blasonate. Un ottimo acquisto per qualsiasi fantallenatore, che dovrà aggiudicarselo ad una cifra non superiore ai 10 crediti.
  • Antenucci: la punta dei ferraresi la scorsa stagione è stata determinante coi suoi gol da attaccante puro. Senso del gol e posizionamento sono le grandi qualità di questo ragazzo, che potrà contare anche sulla possibilità di calciare i rigori che gli emiliani vedranno fischiati a loro favore. Anche quest’anno potrà restare sui 10-15 gol in campionato.
  • Petagna: A differenza di quanto non succedesse con la sua ex squadra bergamasca, a Ferrara Petagna potrà trovare innanzitutto più spazio nelle gerarchie, diventando, possibilmente, un titolare fisso insieme ad Antenucci e, in secondo luogo, anche più spazio per calciare e colpire di testa, caratteristiche che, forse, Gasperini ha utilizzato troppo per favorire i compagni piuttosto che lui stesso. L’obiettivo sarà dunque quello di provare a segnare qualche rete in più, arrivando possibilmente oltre quota 10.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Floccari: la concorrenza è davvero alta adesso, e l’ex Lazio, a 36 anni, non ha sicuramente più quel gran feeling con il gol che ne ha caratterizzato le annate migliori. Per l’attacco meglio puntare altrove, oppure, se siete davvero affezionati a lui, provate a prenderlo in coppia con uno tra Antenucci e Petagna.

TORINO:

Dopo un addio barrascoso con Mihajlovic che ha macchiato la seconda parte della scorsa stagione, il Torino riparte ancora una volta da Walter Mazzarri. L’ex allenatore di Napoli, Inter e Watford sarà concentrato su di un obiettivo di fondamentale importanza per una piazza come quella granata, ovvero la conquista di un posto in Europa League. L’acquisto più importante non è arrivato dal mercato, ma i piemontesi se lo tengono stretto in casa, ovvero il capitano Belotti, fondamentale sia per il gioco del Torino sia per quello della nazionale. Tra gli arrivi effettivi ci sono invece Rosati come secondo di Sirigu (è partito Miolinkovic-Savic), Bremer ed Izzo per la linea difensiva, con il francese Meitè che sarà impegnato invece sulla linea di centrocampo.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Iago Falque: durante la stagione non perfetta di Belotti lo spagnolo si è preso carico di molti pesi offensivi che il gallo non riusciva a sostenere. Prestazioni condite da gol e assist hanno contribuito a rendere la sua stagione un’ottima rampa di lancio per riconfermarsi anche in questa. Costerà qualche credito, ma vale assolutamente la pena farci un pensierino.
  • Baselli: ottimo giocatore quando la palla si muove verso l’attacco, fondamentale per gli equilibri quando il possesso è in mano agli avversari. Ha molte grandi qualità, tra le quali i bonus procurati in discreta quantità, ma la costanza di rendimento non è mai stato il suo forte. Sperando che Mazzarri possa correggere questo difetto, resta uno dei migliori centrocampisti delle squadre di “media fascia”.
  • Sirigu: l’anno passato è stato molto efficiente tra i pali, con buone prestazioni ripetute e ben tre rigori parati. Non è il portiere di una squadra top, per questo lo si può acquistare ad una cifra anche relativamente bassa.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Rincon: il venezuelano è una sentenza in quanto e sostanza e concretezza in mezzo al campo, ma i suoi piedi non proprio raffinatissimi portano davvero pochi bonus e tantissimi cartellini a suo sfavore (addirittura 12 la scorsa stagione).

UDINESE:

Sono ormai molte stagioni che l’Udinese non torna ad alti livelli nel nostro campionato. Quest’anno l’obiettivo è quello di riportare la squadra nella parte sinistra, ottenendo anche qualche risultato in più dal punto di vista difensivo, il reparto forse più carente in questi ultimi anni. La sorpresa in panchina è notevole, con l’arrivo di Julio Velazquez che, con un modulo che dovrebbe essere il 4-2-3-1, dovrà rilanciare una formazione stanca di questi risultati. La famiglia Pozzo ha decisamente messo le mani avanti sul mercato, aggiudicandosi, per la bellezza di 20 milioni di euro, un ragazzo come Mandragora, arrivato dalla Juventus per essere titolare senza alcuna discussione. Arrivano Musso per la porta e Pussetto, dall’Huracan, per il centrocampo. Alcuni protagonisti delle scorse stagioni friulane hanno invece abbandonato, come Jankto, destinazione Sampdoria, Perica ed Halfredsson, diretti a Frosinione, e Widmer, trasferitosi al Basilea.

GIOCATORI CONSIGLIATI:

  • Lasagna: sarà lui l’attaccante principale per i friulani, tanto che Velazquez ha deciso di promuoverlo addirittura a capitano. Con modulo del nuovo allenatore riuscirà ad esprimersi ancora meglio in chiave offensiva rispetto ai 12 gol dello scorso anno, garantendo movimento e imprevedibilità.
  • Fofana: grande attesa ad Udine c’è anche per la conferma di questo ragazzo ivoriano. La scorsa stagione si è reso protagonista di un buon campionato, macchiato, tuttavia, da una discontinuità davvero preoccupante. Dovrà lottare anche lui per un posto dal primo minuto, ma l’investimento su di lui lo si può tranquillamente fare, stando ovviamente attenti a non pagarlo troppo.
  • De Paul: l’argentino l’anno scorso si è reso protagonista di un’ottima stagione coi friulani, collezionando 4 reti in totale. Importante anche per quanto riguarda i calci piazzati, che sono soggetti ad un monopolio del ragazzo di Sarandì. Velazquez potrebbe valorizzare il suo gioco, facendolo agire nei tre alle spalle di Lasagna. Sarà un possibile colpo a sorpresa, da acquistare come 4/5 slot a centrocampo.

GIOCATORE SCONSIGLIATO:

  • Mandragora: il neo-acquisto arrivato dai bianconeri (di Torino) non è certo uno specialista per quanto riguarda i bonus, con soli due gol e tre assist nelle sue complessive 87 presenze in carriera. Insieme a Behrami costituirà una coppia dal cartellino facile, dato che l’ex Crotone ne ha collezionati 8 solo durante la scorsa stagione.

 

I nostri consigli sono così terminati, e non resta che augurarvi una buon fortuna per l’imminente stagione, sperando che queste dritte possono tornarvi utili durante l’asta, il momento critico per eccellenza di qualsiasi fantallenatore.

A presto!

Carlo Panzeri
About Carlo Panzeri 12 Articles
Da sempre grande appassionato di sport di ogni genere, con una preferenza per il calcio ed il ciclismo, seguiti entrambi sin dall'infanzia seguiti con grande trasporto. L'amore per la scrittura ed il racconto sono ciò che lo spingono ad andare sempre in profondità, approfondendo temi e storie di grande interesse. Concluso l'ultimo anno di liceo classico, pratica calcio a livello provinciale con la C.O.S.O.V. di Villasanta nella categoria Juniores.