Sport in Condotta webradio: i temi della puntata del 14 gennaio 2020

Dagli studi di via Milano 13 ad Usmate Velate (MB) ecco la seconda puntata del nuovo anno con Sport in Condotta.

Torna il tema sport&solidarietà a noi tanto caro, con l’ospitata a Francesco Montaperto, braccio operativo di Vitanuova nonchè dell’associazione benefica Medicuore, che appresta ad annunciare e vivere tanti altri eventi sportivi e non solo per aiutare gli altri: ne parleremo svelandovi i progetti futuri di questo 2020.

Nel frattempo l’anno solare 2019 è andato in archivio anche col premio del Calciobidone, che ha eletto l’ex romanista Schick come peggior calciatore straniero della Serie A. Sarà Cristian Vitali, creatore di questo premio, a parlarci tirando anche le somme finali.

Questo e molto altro da questa sera alle ore 20 solo su www.youngradio.it, con i vostri messaggi whatsapp al numero 346 8084977. Vi ricordiamo che Sport in Condotta è in replica ogni mercoledì e giovedì, dalle 18 alle 20.

Roberto Sabatino
About Roberto Sabatino 1633 Articles
Nato a Rapallo (GE) il 15 Maggio 1982, ha effettuato un corso di speakeraggio professionale presso la “Talent Academy” di Cologno Monzese (MI). Nelle stagioni 2012/2013 e 2013/2014 è lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne allo stadio “Sinigaglia” nel campionato di Lega Pro. Da marzo 2013 è inviato per la trasmissione sportiva di Espansione TV, ETG+SPORT, al campo di allenamento del Calcio Como. Un passato come addetto stampa del Basket Como, dopo varie esperienze in alcune webradio con programmi sportivi, il 1° agosto 2013 lancia il portale Sport in Condotta.it. Ad agosto 2014 diventa telecronista per la webtv Sportube, che trasmette in esclusiva live tutte le gare delle squadre di Lega Pro. Da settembre 2015 torna ad essere lo speaker ufficiale del Calcio Como, per le gare interne del campionato di Serie B allo stadio "Sinigaglia". Nello stesso mese, partecipa e vince il 7° Workshop di Sportitalia Tv ed entra nella redazione. Ha scritto un libro dedicato al Genoa, dal titolo "Noi che vincemmo a Wembley".