SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

VICENZA vs COMO. Una sfida all’insegna dell’equilibrio

2 min read

Quella tra il Calcio Como 1907 e il Vicenza Calcio 1902 è una sfida iniziata ottantadue anni fa.
L’1/11/1933, la Comense s’impose per 2-0, con reti di Pilotta e Spinola nel vecchio campo vicentino di Borgo Casale (sul cui sedime fu costruito nel 1935 lo stadio Littorio, poi divenuto Romeo Menti). Da allora, Berici e Lariani si sono affrontati altre 27 volte, la maggior parte delle quali in serie B.

Complessivamente, il Como ha prevalso 10 volte, i pareggi sono stati 11 e il Vicenza si è imposto sul campo in 7 occasioni. In realtà, le statistiche ufficiali parlano di 10/10/8. L’incontro disputato al Sinigaglia il 19/6/1977 si concluse 1-1 ma al 73° il difensore vicentino Lelj fu colpito al volto da una bottiglietta scagliata dalla Curva Monumento, dove stazionavano i tifosi del Como. Il giudice sportivo punì quel gesto assegnando al Vicenza, promosso in serie A, la vittoria a tavolino (0-2). Relativamente agli incontri disputati a Vicenza, a tutt’oggi si contano 6 vittorie dei biancorossi, 4 pareggi e 4 successi degli azzurri.

Dopo la prima vittoria conseguita nel 1933, il Como ha dovuto aspettare il nuovo millennio per fare bottino pieno a Vicenza. Dopo avere sfatato il tabù del Menti il 5/2/2002 per 2-1 (reti di Colacone e Oliveira), non si è più fermato, vincendo anche la penultima e l’ultima sfida. Il 15/10/2003, fu Rastelli a castigare la “nobile provinciale”, mentre il 12/1/2014 fu Le Noci su rigore a dipanare la matassa dei “Lanerossi”.

L’incontro di sabato 19 ottobre ha un sapore particolare; il Vicenza vuole spezzare la serie casalinga negativa e il Como ha bisogno di racimolare i primi punti dopo una partenza stentata. La sensazione è che sarà una partita aperta a ogni tipo di risultato ma equilibrata, come è accaduto spesso in passato.

Il fatto da rimarcare, infatti, è che i precedenti fra le due squadre sono segnati da punteggi sovente minimalisti. Non ci sono mai state scoppole e goleade (salvo il 3-0 a favore del Vicenza del 30/1/1955). Come se Como e Vicenza si temessero e rispettassero allo stesso tempo. Sul campo e anche sugli spalti. Ci fu un tempo in cui i tifosi erano gemellati e non si ricordano brutti episodi. La rivalità è sempre stata sportiva e blanda.

Scommettiamo che sarà una partita all’insegna dell’equilibrio?

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.