SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

VOLLEY FEMMINILE – SERIE A2: Si ferma contro Vicenza la striscia positiva del Club Italia

5 min read

Si ferma al Centro Pavesi la corsa del Club Italia femminile, che nell’anticipo della quinta giornata di ritorno della Serie A2 resta per la prima volta a secco dopo essere andato a punti in campionato per dodici partite consecutive. A imporre lo stop alla squadra di Mencarelli è ancora una volta, come all’andata, l’Obiettivo Risarcimento Vicenza, che si impone per 1-3 nell’impianto milanese continuando la sua rincorsa al secondo posto in classifica.

La partita era iniziata benissimo per la rappresentativa azzurra, che aveva condotto il primo set dall’inizio alla fine facendo leva su una battuta incisiva e sugli attacchi di un’inarrestabile Guerra (6 su 6 in questo parziale). Nei set successivi Vicenza ha però preso decisamente il comando alzando il livello della difesa e del muro (11 in totale), mentre il Club Italia ha scontato i problemi di un attacco insolitamente poco efficace, con ben 15 errori nel fondamentale. L’Obiettivo Risarcimento ha così avuto vita facile nel secondo e nel terzo set; nel quarto le padrone di casa hanno provato a rimanere incollate alle avversarie fino all’ultimo, arrendendosi solo sul 22-24.

Serata difficile dunque per tutte le schiacciatrici azzurre, mentre la ricezione è stata positiva e a muro ha dato il suo contributo Anna Danesi con 6 punti personali. Buono l’impatto di Vittoria Piani, che dal terzo set ha preso il posto di una Egonu in serata negativa. Dall’altra parte della rete ottima prova di Elisa Cella, autrice di 22 punti con il 45% in attacco, e di Joanna Kapturska, efficace anche in battuta e a muro.

E’ stato intanto ufficializzato l’anticipo della gara dell’undicesima giornata di ritorno tra Saugella Monza e Club Italia, che si disputerà giovedì 5 marzo alle 20.30 e sarà dunque il prossimo impegno agonistico delle azzurrine, dopo il fine settimana di pausa del campionato per la finale di Coppa Italia.

Prima della gara di Milano, come su tutti i campi della Serie A1 e Serie A2, è stata data lettura dell’annuncio promozionale della campagna “Se non ci fosse… non ci sarei” a sostegno della Comunità di San Patrignano. La Lega Pallavolo Serie A Femminile aderisce alla raccolta fondi per la ristrutturazione di un edificio abitativo in cui saranno ricavati 144 nuovi posti letto per gli ospiti della Comunità. Fino al 7 marzo si può aderire donando 2 euro per ogni SMS inviato oppure 2 o 5 euro per ogni chiamata effettuata da numero fisso al numero solidale 45508.

La cronaca:

Le due squadre si presentano in formazione titolare: l’Obiettivo Risarcimento recupera sia Cella sia Smirnova, in dubbio alla vigilia, mentre Mencarelli dà fiducia a Malinov in palleggio.

Anna Danesi grande protagonista in avvio di gara: subito un attacco e due muri-punto, a cui si aggiunge l’ace di Guerra per il 4-0. Coach Rossetto ferma il gioco sul 6-1 e le ospiti recuperano fino al 7-5 con Cella, che accorcia poi ulteriormente le distanze con un ace (8-7). Due falli in palleggio di Ghisellini consentono alle azzurre di allungare nuovamente fino al 14-10, e sul turno di battuta di D’Odorico (un ace) arriva il 17-12; Cialfi sostituisce Ghisellini tra le ospiti, ma il Club Italia non si fa più avvicinare e anzi si porta sul 22-15 con Guerra e Danesi. Al secondo tentativo è Berti a chiudere i conti sul 25-18.

Diametralmente opposto l’avvio del secondo set, con il Club Italia che commette subito 4 errori e costringe Mencarelli a fermare il gioco sull’1-6. Le azzurrine non demordono e con Guerra firmano un controbreak di 4-0 per il 7-9, ma Vicenza resta comunque avanti e si porta sull’11-15 con un ace di Kapturska. Sempre la scatenata polacca firma attacco e muro del 14-20; entra Camperi per Guerra, ma sul 15-20 arrivano 5 punti consecutivi di Vicenza (due muri) che rimette in parità il conto dei set.

In equilibrio l’avvio del terzo parziale (4-3, 5-6); sul 7-7 il Club Italia mette a segno un break di 4-0 con i muri di Guerra e D’Odorico, Vicenza risponde con Cella e Kapturska e pareggia sul 12-12. Entrano Piani e Orro per Egonu e Malinov, ma una serie di errori azzurri permettono alle ospiti di staccarsi sul 13-15. Mencarelli chiama time out sul 14-18, Pastorello però regala il 15-20 all’Obiettivo Risarcimento murando Danesi. Le ospiti incrementano il vantaggio con il pallonetto vincente di Cella (17-23) e, dopo tre set point annullati dal Club Italia, chiudono con la stessa numero 7.

Il quarto set si apre con Piani nel sestetto titolare al posto di Egonu. Parte ancora meglio l’Obiettivo Risarcimento e sull’1-4 Mencarelli sostituisce anche Berti con Mabilo; il Club Italia si rifà sotto sul 4-6 e completa la rimonta con Piani per il 7-7. Vicenza mette di nuovo la testa avanti con Cella (8-10) e allunga sull’11-14 grazie a un errore di D’Odorico. Le padrone di casa non mollano e dal 13-16 pareggiano i conti sul servizio di Malinov; l’equilibrio però dura pochissimo, perché Smirnova firma subito il nuovo vantaggio sul 16-19. L’Obiettivo Risarcimento tiene le avversarie a distanza con Kapturska (17-20) e Cella (18-22); D’Odorico è l’ultima ad arrendersi e firma il 21-23, ma è proprio il suo errore in battuta a chiudere il match sul 22-25.

I COMMENTI – “Sapevamo che Vicenza è una squadra forte in tutti i fondamentali – commenta Anna Danesi a fine partita – e abbiamo approcciato bene la partita, ma nel secondo e terzo set il contrattacco è stato davvero negativo, molto basso rispetto a quello a cui siamo abituati. Loro ci hanno messo in difficoltà perché hanno limitato gli errori e soprattutto hanno interpretato bene le direzioni del nostro attacco, quindi ci hanno fermato spesso anche a muro”.

Soddisfatta Alessia Lanzini: “Tre punti importanti per continuare a restare attaccate alle prime in classifica. Temevamo il Club Italia perché è molto migliorato dall’inizio dell’anno e ci aspettavamo l’ennesimo tie break. Invece dal secondo set abbiamo cambiato qualcosa, ricevendo meglio sulla loro battuta in salto e sbagliando meno; magari all’inizio ci siamo un po’ fatte prendere dalla foga di fare punto subito, mentre contro di loro bisogna avere pazienza, sapendo che prima o poi l’errore può arrivare”.

Club Italia-Obiettivo Risarcimento Vicenza 1-3
(25-18, 15-25, 20-25, 22-25)

Club Italia: Piani 4, Zannoni (L), Spirito (L), D’Odorico 8, Egonu 3, Orro, Mabilo 2, Tenti ne, Danesi 11, Guerra 14, Malinov 4, Berti 5, Camperi. All. Mencarelli.

Obiettivo Risarcimento: Strobbe 7, Cialfi, Lanzini (L), Kapturska 18, Cella 22, Baggi ne, Fiori, Smirnova 13, Pastorello 5, Ghisellini, Fronza ne. All. Rossetto.

Arbitri: Nicolazzo e Pristerà.

Note: Spettatori 250 circa. Club Italia: battute vincenti 2, battute sbagliate 6, attacco 29%, ricezione 69%-49%, muri 11, errori 28. Vicenza: battute vincenti 2, battute sbagliate 15, attacco 38%, ricezione 62%-43%, muri 11, errori 33.

(Ufficio Stampa)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.