six_090309_dawkins_300

Se ne è andato in silenzio all’età di 58 anni l’altra notte, uno dei giocatori che sicuramente ha fatto più clamore dentro e fuori dal campo, stroncato da un attacco di cuore, Darryl “Chocolate Thunder” Dawkins.

Il primo giocatore ad essere scelto dalla NBA direttamente dalla High School, Darryl tra la fine degli anni 70 e gli anni 80 impressionò nella NBA con la canotta dei Philadelphia 76ers soprattutto per la sua massa muscolare e potenza fisica che portarono il suo gioco ad essere caratterizzato da potenti giocate vicino a canestro, fatte per lo più di potenti schiacciate, alle quali era solito dare dei soprannomi quali “In-Your-Face Disgrace”, “Look Out Below”, “Rim-Wrecker”, “Go-Rilla”, “Spine Chiller Supreme”, “Cover Your Head”, “Yo Mama e altre centiania e centinaia di soprannomi.

In NBA è ricordato soprattutto per la stagione 1979 / 80 dove nell’arco di un mese mandò letteralmente in frantumi due canestri (e annessi tabelloni) con due delle sue potenti e spettacolari schiacciate, che portarono la lega a ripensare e riprogettare i ferri dei canestri, introducendo così gli ancora in uso ferri sganciabili.

Il gigante buono a fine carriera agli inizi degli anni 90 è stato visto giocare anche in Italia, Torino, Milano e Forlì per la precisione, dove ebbe medie al tiro stratosferiche frutto soprattutto del gran numero di conclusioni in schiacciata e una media rimbalzi altissima visto l’ancora strapotere fisico che aveva.

Al termine della carriera di giocatore si cimentò nelle leghe minori americane come allenatore per un breve periodo, per poi diventare a tutti gli effetti un Ambasciatore della NBA, viaggiando a nome della NBA in tutto il mondo e portando i suoi sorrisi e le sue giacche multicolor nei 5 continenti.

Ci macherai…Ciao Darryl