SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

BASEBALL – PLAYOFF SCUDETTO: Bologna ad un passo dalla finale

4 min read

Un weekend da incorniciare e ricordare per la UnipolSai Assicurazioni Fortitudo Bologna e per il suo capitano, Claudio Liverziani. La squadra bolognese ha ottenuto lo “sweep” contro la T&A San Marino, vincendo dunque tutte e tre le gare in programma, distanziando così i titani di quattro lunghezze, uno svantaggio obiettivamente molto difficile da colmare per gli uomini allenati da Bindi, quando mancano sei partite al termine della seconda fase del campionato IBL 2014. L’esterno di origine novarese ha trainato la squadra nell’impresa memorabile – ricordiamo che il San Marino è campione d’Italia in carica da tre stagioni, in finale di European Cup e la squadra che negli ultimi dieci anni ha vinto di più insieme alla Fortitudo – lasciando il segno già al primo inning di gara1 con il doppio che ha sbloccato il punteggio e nelle due sere successive ha battuto i fuoricampo numero 100 e 101 della sua brillantissima carriera, chiudendo il trittico con un eloquente 7 su 10, con 6 punti battuti a casa, oltre a 3 basi ball e un colpito. Un’annata comunque obiettivamente sfortunata per i titani, falcidiati dagli infortuni, ultimo dei quali quello di Reginato in gara1.

Il copione non è stato molto diverso da quello recitato due settimane or sono. In gara1 sotto il Titano è andata di nuovo in scena la sfida eccellente fra Joey Williamson e Junior Guerra, che il partente biancoblu ha di nuovo fatto sua, esibendo una prova di grande carattere e sicurezza e ottenendo ancora una volta una shutout, aiutato come di consueto da Raul Rivero, chiamato questa volta a una salvezza di tre riprese con l’autorevolezza di sempre. Una finezza di manager Nanni, che solo per gara1 ha invertito la posizione nel lineup fra Liverziani e Ambrosino, ha contribuito a creare l’occasione per il vantaggio bolognese in apertura di incontro, perché il capitano, battendo dopo l’ex Nettunese (che ha conquistato quattro ball) ha colpito il doppio utile a mandarlo a punto (dopo aver battuto e segnato due settimane fa il punto decisivo dell’1 a 0 con un solo homer). Questa volta è stato 2 a 0, frutto di una valida di Infante sul finire del match.

Gara2, giocata al Falchi, è stata come quella di due settimane fa molto avvincente e ricca di capovolgimenti di punteggio, con la Effe Blu capace anche stavolta di vincere in rimonta, anche se in questo caso di misura (8 a 7). Decisivo l’ingresso di Luca Panerati, schierato nell’occasione da rilievo di un De Santis non nella serata migliore. A referto anche Filippo Crepaldi, con una preziosa salvezza ottenendo gli ultimi due out. In attacco, oltre al centesimo fuoricampo del capitano al primo inning, decisivo Alessandro Vaglio, tornato protagonista con il bastone in mano, consentendo nel finale del match il riavvicinamento e il sorpasso.

Vittoria di importanza capitale anche perché il San Marino aveva schierato i lanciatori “non ASI”, pertanto nella terza partita, giocata nel campo di Serravalle, l’UnipolSai si è trovata a schierare Manauris Baez contro i lanciatori italiani della T&A. Il partente dominicano, pur non impeccabile, non ha avuto problemi a contenere l’attacco dei padroni di casa a due segnature, ben rilevato da Marinez, mentre dall’altra parte gli attaccanti felsinei hanno messo da subito le cose in chiaro, con un doppio a basi piene di Daniele Malengo e successivamente con il fuoricampo numero 101 di Liverziani e uno scatenato Guillermo Rodriguez, che ha battuto un doppio, un triplo e 3 RBI, dimostrandosi ormai un “fattore” del lineup Fortitudo, un martello pronto a colpire. Una marcata egemonia, tanto che gli arbitri hanno interrotto prima del termine per manifesta superiorità sul punteggio di 12 a 2 per i biancoblu.

Una UnipolSai Fortitudo stellare, che sta dominando il campionato dal suo inizio e che solo nella seconda giornata dei playoff ha avuto un momento di comprensibile appannamento. Da quell’episodio c’è stata una ripresa veemente, culminata con cinque successi su sei incontri disputati contro il San Marino e portandosi a sole due vittorie dal coronamento dell’obiettivo della finale scudetto, che manca a Bologna dal 2010. Un dominio confermato dalle cifre statistiche in tutte e tre le fasi del gioco, attacco, difesa e monte. Nell’altro confronto, ancora incredibilmente due sconfitte di stretta misura subite dal Parma, che lanciano il Rimini al secondo posto. Il derby del prossimo weekend contro il San Marino sa tanto di spareggio.

Risultati della quarta giornata della seconda fase (playoff) del campionato IBL 2014. 

Giovedì 17 luglio ore 21

Lino’s Coffee Parma – Rimini baseball 7-8

T&A San Marino – UnipolSai Assicurazioni 0-2

Venerdì 18 luglio ore 21

Rimini baseball – Lino’s Coffee Parma 1-5

UnipolSai Assicurazioni – T&A San Marino 8-7

Sabato 19 luglio ore 21

Lino’s Coffee Parma – Rimini baseball 4-5

T&A San Marino – UnipolSai Assic. 2-12 (8°)

 CLASSIFICA: Bologna 9 vittorie – 3 sconfitte; Rimini 7-5; San Marino 5-7; Parma 3-9.

(Ufficio Stampa Fortitudo Bologna Baseball)

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.