SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

BASKET: QUALIFICAZIONI MONDIALI. L’Italia affronta oggi l’Ungheria

2 min read

Oggi alle 18 nuova sfida per l’Italia nel girone J di qualificazioni ai Mondiali che si svolgeranno l’anno prossimo in Cina.

Dopo la bella vittoria con la Polonia per 101-82 di venerdì al Pala Dozza di Bologna, pieno in ogni ordine di posto, gli azzurri di Sacchetti sono chiamati ad un’altra grande prova per avvicinarsi all’agognato traguardo.

Al momento nel girone siamo secondi con 5 vittorie e due sconfitte, ancora imbattuta la Lettonia. Gli Ungheresi non sembrano un ostacolo insormontabile, vincere oggi non significa qualificarsi, ma sarebbe un bel passo avanti indubbiamente, a quel punto il destino sarebbe nelle nostre mani.

Bisognerà scendere in campo con lo spirito che ci ha permesso di battere la Polonia: il risultato finale è stato un po’ bugiardo. Gli avversari hanno tenuto testa all’Italia per almeno i primi due quarti, con parziali a noi sfavorevoli, all’intervallo eravamo avanti solo di due punti, 54-52. Squadra tosta, con un grande Slaughter, autore di 28 punti.

E’ fra il terzo e il quarto periodo che l’Italia prende il largo: a lei il merito di non aver perso la testa di fronte ad una buona squadra che non voleva demordere. A quel punto sono saliti in cattedra in nostri migliori giocatori: primo fra tutti Brooks, all’esordio in nazionale con 16 punti, 3 rimbalzi e 3 recuperi, giocatore che conosce bene il mister Sacchetti con il quale ha vinto uno strepitoso e storico triplete a Sassari pochi anni fa (Scudetto, Coppa e Supercoppa) e da questa estate giocatore dell’Armani Milano.

Ottima la prova anche di Della Valle, 28 punti  (e otto triple); in doppia cifra, oltre Brooks, anche Amadori e il capitano Datome, con Melli fermo a 9 punti, ma determinante nel terzo periodo quando l’Italia ha messo le mani sulla vittoria: Melli è stato positivo quanto in difesa che in attacco. Decisivo anche il contributo di Cinciarini, quando la Polonia tentava un ultimo disperato recupero.

Una della chiavi della vittoria è stata la precisione nel tiro da tre: un buon 64%, 28/38 al tiro; fondamentale anche il ruolo svolto a rimbalzo, 33 per gli azzurri contro i 22 dei polacchi.

L’Ungheria che affrontiamo oggi a Debrecen ha battuto negli scorsi giorni l‘Olanda per 74-59, squadra che aveva sconfitto l’Italia a giugno nel girone di qualificazione, segnando il punto più basso del nostro percorso.

Una partita da vincere assolutamente e che ci avvicinerebbe e di molto ai Mondiali, permettendoci di staccare in classifica proprio i magiari, al momento terzi nel girone con 4 vittorie e tre sconfitte e quindi subito dietro all’Italia che deve sfruttare anche la sconfitta della Croazia in casa contro la Lituania (83-84), grazie alla quale gli slavi inseguono al quarto posto. Si ricorda che al Mondiale andranno le prime tre di ogni girone di qualificazione

La partita sarà alle ore 18,15, in giornata il Ct comunicherà i 12 giocatori a referto, ma non dovrebbero esserci sorprese rispetto all’ultima partita.

Quindi, forza azzurri, manca poco al grande sogno Mondiale!

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.