SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO ESTERO – L’incredibile storia di Claudio Pizarro

2 min read

Può uno sportivo continuare a stupire alla soglia dei 40 anni? Beh, l’esempio di Gianluigi Buffon che lascia l’isola dorata Juventus (con 7 scudetti in altrettante ultime stagioni di Serie A) per approdare per la prima volta all’estero col Paris Saint Germain, dovrebbe bastare come risposta.

Invece ne arrivano altre, precisamente dalla Bundesliga: la famosa canzone di Antonello Venditti, “Amici mai”,  recita testualmente “Certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”. Canzone perfetta per l’attaccante Claudio Miguel Pizarro, nato a Callao (Perù) il 3 ottobre 1978.

Un palmares di tutto rispetto in maglia Bayern Monaco, con 6 scudetti, 5 Coppe di Germania, 1 Coppa di Lega, 1 Coppa Intercontinentale, 1 Champions League, 1 Mondiale per Club ed 1 Supercoppa Europea, a cui va aggiunta una Coppa di Germania vinta col Werder Brema nel 2009.

Ed è proprio quest’ultima squadra il grande amore di Pizarro, approdato in Europa nell’estate 1999: arrivò a Brema da sconosciuto, e si impose subito segnando 29 gol in 2 stagioni di Bundesliga. Fu adocchiato dal Bayern che lo acquistò a suon di miliardi nel 2001, e con cui restò per 6 stagioni segnando 71 gol totali.

Nel 2007 il peruviano cambia area ed emigra a Londra, sponda Chelsea, per provare la Premier League: stagione pessima, con soli 2 gol in campionato e addio a fine torneo. Nel 2008 approda così per la 2° volta al Werder Brema, che riaccoglie il figliol prodigo: resta fino al 2012 vincendo la Coppa di Germania e timbrando il cartellino ben 60 volte. Altro che la depressione londinese.

Così alla porta torna a bussare un’altro vecchio amore di Pizarro, il sempre più forte Bayern Monaco: contratto triennale, arrivano però i primi infortuni, le panchine, le scelte tecniche di un giocatore non più giovanissimo. E per lui i gol sono solo 16 totali.

Nel 2015 torna per la 3° volta al Werder Brema, rispolverando le ragnatele con 14 gol in 28 presenze nella Bundesliga 2015/2016. Il torneo successivo però è un calvario, con 1 rete (minimo storico da quando è in Europa) in 18 partite. Così altro addio, altro giro di posta ma in una nuova (incredibile) società: lo ingaggia il Colonia, ma anche lì le cose girano male (16 presenze, ancora solo 1 gol).

Carriera finita? Ritorno in patria a svernare con le residue cartucce? Macchè, il buon Pizarro nelle ultime ore ha firmato, per la 4° volta, un contratto annuale con …… il Werder Brema! La prossima Bundesliga 2018/2019 avrà il centravanti peruviano nuovamente al via.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.