28 Settembre 2022

SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

CALCIO – MILAN: Seedorf allontanato per colpa di una email

2 min read

Il Milan che si appresta ad ufficializzare Filippo Inzaghi come nuovo allenatore, deve prima concludere il breve rapporto da tecnico con Clarence Seedorf.

L’olandese, ingaggiato in fretta e furia lo scorso gennaio al posto di Massimiliano Allegri, ha subito ufficialmente la sfiducia della società nonostante sul campo abbia raccolto molti punti, che però non si sono trasformati in qualificazione per l’Europa (rossoneri fuori da ogni competizione dopo ben 16 anni).

Seedorf è forte di un ricco contratto blindato, e difficilmente farà sconti alla società dopo quest’ultimo trattamento.

L’edizione odierna de “La Gazzetta dello Sport”, invece, riporta un clamoroso retroscena sul motivo che hanno spinto i rossoneri a separarsi da loro allenatore.

Il presidente Silvio Berlusconi, da sempre grande estimatore di Seedorf calciatore e uomo, non avrebbe gradito una email che il suo dipendente avrebbe mandato una notte al collaboratore Mauro Tassotti: nel contenuto, l’olandese riportava i compiti che poteva fare e le mansioni che non doveva più svolgere lo stesso Tassotti.

Una grave mancanza di rispetto verso una figura storica dell’ambiente Milan, e non a caso poi i rapporti professionali tra i 2 sono andati scemando col tempo.

Berlusconi, irritato, non ha perdonato questo gesto del suo allenatore.

Ecco così spiegato, sempre secondo il quotidiano rosa, uno dei grandi motivi del divorzio.

Intanto prende corpo il nuovo Milan di Inzaghi, che vorrebbe proprio la riconferma di Tassotti come suo vice: il giapponese Honda potrebbe essere ceduto in Premier League, si attende un’asta invece per Mario Balotelli, la cui cessione potrebbe portare liquidi economici importanti per rifondare la squadra.

In bilico anche le permanenze di Rami e Taarabt, per il quale la società non vuole svenarsi: al gruppo iniziale verrà aggregato qualche giovane della Primavera di Inzaghi.

In porta è ufficiale l’arrivo di Michael Agazzi dal Chievo Verona, che sarà affiancato all’esperto Abbiati, fresco di rinnovo annuale.