28 Settembre 2022

SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

INTERVISTA DOPPIA – Laura Testoni e Paola Panvini sul presente e futuro dell’Inexere Village

3 min read

Sport in Condotta.it continua a celebrare la promozione in Serie A delle ragazze dell’Inexere Village Bizzarone (Calcio a 7 femminile, categoria CSI di Varese).

Dopo il podcast audio con mister Roberto Gatti (clicca qui per ascoltarlo), ecco l’intervista doppia con 2 giocatrici: Laura Testoni e Paola Panvini.

Promozione record dopo solo 1 stagione: si può dire che é stata la più speciale rispetto ai successi del passato?
Laura: “Promozione cercata dalla prima partita e arrivata grazie all’impegno costante da parte di tutte e del nostro staff. Questi 3 anni sono stati tutti speciali in modo diverso. Quest’anno è mancata Antonella Bianchi, nostro storico capitano e purtroppo in determinati momenti si è sentita tanto la sua mancanza”. calcio femminile_Inexere_testoni
Paola: “Non so se definirla la stagione più speciale sia corretto, è certamente quella in cui abbiamo raccolto i massimi risultati proseguendo il cammino che avevamo intrapreso nello scorso campionato per arrivare qui dove siamo ora, in cima alla classifica come unica compagine a non avere mai perso: 14 vittorie e 3 pareggi con CSI Stella, Olimpia Samarate e Castronno che possono fregiarsi di aver frenato la nostra corsa”.

Psicologicamente come avete affrontato il declassamento di categoria? Le principali Difficoltà?
Laura: “Il declassamento non ci ha minimamente toccato, anche perché il livello della B di Varese è decisamente più alto della A di Como. Noi giochiamo per divertirci, e quest’anno abbiamo incontrato parecchie squadre valide. Di conseguenza il sapore di questa vittoria è stato decisamente intenso”.
Paola: “Il declassamento è avvenuto per ragioni societarie non per demerito nostro, quindi abbiamo vissuto la cosa con serenità vedendola come un opportunità e non come una penalizzazione. Abbiamo avuto una spinta psicologica importante, il pensiero di affrontare squadre nuove è stato stimolante e visto il risultato è servito. Il livello tecnico delle squadre varesotte è certamente superiore a quelle dello scorso campionato, dove a spiccare erano un paio”.

Quando avete capito di poter vincere il campionato?
Laura: “Vincere il campionato era il nostro obiettivo fin dal primo giorno e ci abbiamo creduto immediatamente dalla prima giornata. La certezza arriva solo quando la matematica ti dà ragione, tuttavia per raggiungere certi risultati bisogna crederci sempre di giorno in giorno”.
Paola: “I 2 pareggi nel girone di ritorno con le nostre dirette inseguitrici per noi sono stati il momento cruciale di questo campionato. Erano due delle partite più difficili che dovevamo disputare da li sino alla fine della stagione. Inutile dirlo: loro ci stavano aspettando! Dovevamo assolutamente portare a casa un risultato diverso dalla sconfitta in quei 50 minuti per continuare a fare nostro il percorso che portava al titolo…”.

calcio femminile_inexere_panvini Chi ti ha impressionato di piú nella squadra?
Laura: “La nostra è una squadra speciale, ognuna ha il suo ruolo e di conseguenza il proprio ‘dovere’…chi mi ha impressionato di più? La risposta è la squadra! Tutte insieme siamo forti”.
Paola: “Ogni compagna a modo suo mi ha impressionata, in partita, in allenamento, nello spogliatoio. Tutti questi momenti insieme hanno poi fatto la differenza in campo”.

Il giudizio personale sulla tua stagione?
Laura: “Sono decisamente soddisfatta per la stagione. È il terzo anno che gioco e quest’anno mi sono sentita davvero migliorata, grazie ai mister e alle compagne che hanno creduto in me”.
Paola: “Ho sempre cercato di dare il massimo, ci sono state volte in cui ho interpretato la partita nel modo giusto e altre in cui la mia prestazione non mi ha soddisfatta. Ma sopratutto in questi momenti in cui il singolo può avere un calo è la squadra che fa la differenza: tutte unite nei momenti difficili, con grande umiltà e spirito di sacrificio”.

Obbiettivi futuri? 
Laura: “Ovviamente vincere la Serie A di Varese!”.
Paola: “Salvarci! Affrontare la Serie A con la stessa forza di carattere con cui abbiamo scalato la B in una sola stagione”.

A chi ti senti di dedicare la vostra promozione? 
Laura: “La promozione la dedico in primis a Roberto Gatti, Bomber Manolo, Ska, Teo e al nostro ex capitano Lella. Poi al DS Christian Lurati e al presidente Flavio Foti che hanno permesso di creare la squadra e di allenarci e giocare sul sintetico Diego Bruga di Bizzarone. E poi a noi tutte , ai nostri tifosi e a me stessa…volere è potere !”.
Paola: “Dovrei dedicarla a troppe persone ma rischierei di dimenticare qualcuno quindi mi limiterò a ringraziare la mia famiglia per avermi sempre sostenuta, i nostri tifosi che sono stati il nostro “ottavo giocatore”, alle mie compagne e ai mister che non ha mai smesso di credere in noi”.