SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

INTERVISTE – Ciclismo Femminile: Giuseppe Sala ed il primo anno dell’Inexere.13

5 min read

Intervista col direttore sportivo del team femminile comasco, ad 1 anno di distanza dalla fondazione.

 

Un anno fa la Como del ciclismo femminile riabbracciava una società dopo quasi mezzo secolo di assenza.

A farlo il team dell’Inexere.13 con cui, tramite il direttore sportivo Giuseppe Sala, facciamo il punto della situazione dopo il grande entusiasmo iniziale.

“E’ stata una bellissima annata, in tutti i sensi. Le nostre ragazze si sono distinte nelle gare a cui abbiamo partecipato su tutto il territorio italiano. Abbiamo ottento complessivamente 17 piazzamenti  ogni ragazza ha centrato più o meno gli obbiettivi che ci eravamo prefissi all’inizio della stagione. Ma sopra ogni cosa abbiamo registrato la prima vittoria grazie ad Alice Gasparini che, oltre una lunga serie di piazzamenti, ha portato i nostri colori davanti a tutti nella gara di Gazoldo degli Ippoliti, in provincia di Mantova, ottenendo la prima storica vittoria per la nostra squadra. Un’emozione vivissima, una corsa condotta in fuga dall’inizio alla fine. Emozionanti anche i piazzamenti ottenuti dalle sue compagne: insomma, ripeto, davvero una grande stagione”.

Oltre alla gioie sopra descritte, ci sono state delle difficoltà? Quali? 
“Le difficoltà maggiori che abbiamo incontrato sono state senza dubbio di carattere finanziario a causa dei costi elevati. Per poter gareggiare  quasi ogni domenica si è costretti a viaggiare parecchio. E’ piacevole da un lato perché, anche se per poco tempo, visiti paesi nuovi , incontri persone … Ma come dicevo i soldi  necessari sono molti. Abbiamo avuto la fortuna quest’anno di avere sponsor che hanno creduto nel nostro progetto, e ci hanno dato una grossa mano. Speriamo ne arrivino altri che aiutino queste  ragazze a continuare a rincorrere sempre più i loro sogni”.

Oltre alla squadra, sono arrivate altre soddisfazioni da questa nuova avventura? 
“Soddisfazioni ce ne sono state, emozionante è stata questa stagione con la nostra squadra che. come punteggio, è stata la 5° in Lombardia. Ma devo dire che, aldilà delle lodevoli prestazioni raggiunte in termini di risultati dalle mie atlete, una grande soddisfazione è stata quella di vedermi crescerei attorno un gruppo di persone, appassionate di ciclismo, che mi hanno dato  una grossa mano in questo progetto. E’ davvero soddisfacente vedere, giorno dopo giorno, il loro entusiasmo crescere esponenzialmente: cito Carlo (allenatore ), Veronica (addetta alle atlete ), Gianfranco (meccanico/allenatore ), Mirko (Team Manager )  e Nicola (Presidente )”.

Progetti futuri per la prossima stagione sportiva?  
“Per il 2014 abbiamo intenzione di raddoppiare: oltre le categorie che abbiamo avuto questo anno, ovvero esordienti ed allieve,  nella stagione prossima sbarcheremo nella categoria delle Juniores. Faremo in modo di far praticare ciclismo alle ragazze dai 13 ai 18 anni. Questa categoria ci impegnerà ancora di più ma, come dicevo prima, il mio gruppo ha  passione da vendere ed  ha raccolto questa sfida. Appena concluso il 2013 ci siamo buttati a capofitto verso il prossimo anno, saremo una delle pochissime compagini sulla regione che  allestiranno una squadra di questa categoria. Abbiamo avuto molte richieste in tal senso, e la cosa ci ha fatto molto piacere, vuol dire che ci siamo mossi bene. Se dopo un solo anno tante ragazze hanno chiesto di indossare i nostri colori, la cosa che un po’ ci ha messo in difficoltà è stata quella di non poterle accettarle tutte. E se da un lato sono piacevolmente entusiasta di vedere questo nostro progetto coronato anche da una compagine junior, d’altro canto, per uno come me che ha la bici nel sangue , vedere ragazze appassionate di ciclismo che a 17 anni non hanno la possibiltà di continuare a praticare questo sport non è piacevole. Ma come dicevo prima i costi sono altissimi, e per noi sarà una grossa sfida portare a termine il 2014 con complessivamente 12 ragazze, suddivise in 3 squadre “.

Come hanno risposto città ed istituzioni alla vostra presenza? 
“Diciamo che il comune che ci ospita, ovvero Bizzarone, ci ha dato una mano in termini logistici (tra poco avremo la nostra sede), ci ha permesso di esporre un banchetto in occasione dei mercatini di Natale e  di farci conoscere quindi sul territorio. Inoltre abbiamo ricevuto i complimenti per quanto svolto durante l’anno dal Presidente Provinciale della Federazione, Bettoni, e la cosa ci ha inorgoglito. Mi piacerebbe, capisco però che il problema non è semplice da risolvere, avere strade sicure dove poter svolgere gli allenamenti: oggi è un grosso problema allenarsi  tenere in sicurezza le ragazze non è semplice. Il traffico è notevole, le piste ciclabili latitano. Se mi si chiede cosa vorresti ottenere con la classica bacchetta magica per la mia squadra, non ho difficoltà ha dire la sicurezza! Strade sicure per noi e per le auto, i genitori ci affidano le loro ragazze ed è una grossa responsabilità”.

Sempre alla ricerca di nuove reclute? Come è possibile mettersi in contatto con voi?  
“Il nostro progetto .13, ha lo scopo di far correre in bici le ragazze, in primis della provincia di Como. Quindi le nostre porte sono ben aperte a loro, chi volesse contattarci lo potrà fare in vari modi. Abbiamo una mail : inexere.13@gmail.com ,oppure recapiti telefonici   Nicola  3290818982, Mirko 3928084447. Altrimenti, se volete vederci già al lavoro, noi saremo  il mercoledi e il venerdi sera dalle 19,30 alle 21,00 al centro Inexere di Grandate per la preparazione invernale. Se qualche ragazza vuole conoscerci, può vederci al lavoro nella preparazione invernale. Ora vorrei ringraziare tutte le mie atlete : le esordienti Alessia Burei , Nicole Locati , Vincenza Lo Casto , le allieve   Elena Pagani , Alice Gasparini , per avermi permesso di vivere una splendida annata fatta di successi , ma fatta sopra ogni cosa di emozioni… e a margine di questa chiaccherata mi piacerebbe citarvi due episodi: il primo, a Settembre come ogni anno abbiamo partecipato alla Coppa Rosa, manifestazione a carattere nazionale che si svolge a Borgo Valsugana ( TN ). Il giorno prima della gara, le ragazze stavano pulendo le loro bici nel piazzale dell’albergo che ci ospitava, mentre loro le lavavano si è avvicinato un signore che attentamente osservava. Poi si è presentato: veniva dall’Olanda, aveva oltre 70 anni  girava il Veneto in bici, amava il ciclismo e l’Italia. Abbiamo piacevolmente conversato per oltre 2 ore  abbiamo inserito la sua mail nella nostra newsletter, così che ogni settimana riceve nostre notizie. Vedete il potere del ciclismo, come quello di ogni altro sport, far conoscere persone che provengono da posti lontani, da estrazioni sociali diverse. Unite da un unica passione.
Il secondo episodio, questo a carattere sportivo: mese di giugno siamo a Monticelli Brusati (BS) gara a crometro, le atlete percorrono in solitaria 10 km, la graduatoria finale viene stilata in base hai tempi di percorrenza. Seguo in macchina Alice durante la sua prova, esco dal finestrino per incitarla, sostenerla, mi sembra vadi molto bene. Siamo attorno al 4 km quando il mio compagno in auto mi dice: non va bene, siamo troppo lenti. Lo guardo, gli chiedo di dirmi allora la velocita, andavamo oltre i 50 km/orari ! Alla fine della prova, la mia atleta giungeva terza, la gara era vinta dalla Campionessa Italiana, emozioni allo stato puro. Ora vi do un arrivederci al 2014, sperando di avere sempre piu ragazzi e piu sostenitori attorno a questa nostra, vostra, squadra”.

 

 

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.