26 Novembre 2022

SPORT IN CONDOTTA

LA VOCE DELLA PASSIONE

Sette in condotta: Marco Materazzi

2 min read

Forse uno dei più cattivi difensori che la Serie A abbia mai visto, e nello stesso tempo uno dei più talentuosi: stiamo parlando di Marco Materazzi (19 agosto 1973).

Figlio d’arte e simpatizzante della Lazio, Marco si affaccia nel massimo campionato col Perugia nel 1997: dopo una breve esperienza nell’Everton nel 1998 (1 gol e ben 4 espulsioni!), ritorna in Umbria, dove nella stagione 2000-2001 ottiene il record di gol per un difensore della Serie A, ben 12.

Passa poi all’Inter: per sei anni però Matrix non riuscirà a diventare decisivo come nel Perugia; nella stagione 2006-2007 la svolta: Materazzi mette a segno ben 10 gol, regalando lo scudetto ai nerazzurri, grazie anche ad una sua doppietta con il Siena.

Nelle stagioni successive Marco troverà poco il campo, complici i grandi acquisti dell’Inter (Samuel prima, Lucio poi) e i molti infortuni che mineranno anche il suo rendimento: nelle sue sporadiche apparizioni però, il difensore sarà protagonista di grandi partite; è in questo periodo che Matrix costruirà il suo ampio palmares: 5 scudetti, 4 coppe Italia, 4 Supercoppe Italiane, 1 Champions League e 1 Mondiale per Club.

Con la Nazionale vince la Coppa del Mondo del 2006, da protagonista: con 2 gol (uno in finale con la Francia) è il capocannoniere dell’Italia al Mondiale! Ma per cosa è diventato famoso Marco Materazzi?

Andiamo con ordine: il primo febbraio 2004 a San Siro si gioca Inter – Siena. Materazzi, che non era convocato e perciò doveva essere in tribuna, scende negli spogliatoi e colpisce con un pugno il difensore degli ospiti Bruno Cirillo (sotto le immagini video): Matrix verrà squalificato per 2 mesi!

Epici poi gli scontri di gioco, molto duri, durante i derby di Milano: vittime ignare gli attaccanti del Milan, in particolare Shevchenko. Tra i suoi bersagli preferiti, c’era anche lo svedese Zlatan Ibrahimovic!

C_3_Media_978146_immagine_l

Non possiamo poi che finire con la famosa testata di Zinedine Zidane, il quale era stato provocato in questo modo da Matrix: “Preferisco la p*****a di tua sorella“.

Copyright © All rights reserved. | Newsphere by AF themes.